Partita: Nuno Mendes, Ekitike, Vitinha, ecc., 5 vincitori e 2 perdenti dopo PSG/Auxerre

Prima dell’inizio della Coppa del Mondo, il PSG ha ampiamente vinto contro l’Auxerre (5-0) e ha consolidato il suo status di leader in Ligue 1. Nuno Mendes ha fatto una grande impressione dalla sua parte, Hugo Ekitike ha liberato segnando il suo primo gol ma anche altri parigini punti persi.

I vincitori :

Nuno Mendes

Prima di volare in Qatar, il portoghese aveva la testa tutta concentrata sul match contro l’Auxerre. A farne le spese è stata la difesa dei promossi. Velocissimo nel gioco, ha preso la profondità e ha rimesso perfettamente su Kylian Mbappé per permettere ai parigini di passare in vantaggio. La squadra di 20 anni non si è fermata qui. Molto difficile da contenere sul lato sinistro, ha continuato a portare pericolo. E anche quando intorno a lui il gioco sembra essersi fermato, l’ex residente dello Sporting crea e sblocca situazioni, come il gol in break di Carlos Soler. Se gareggerà per un posto con Raphaël Guerreiro nella selezione, Nuno Mendes ha svolto perfettamente il lavoro per quest’ultima prova generale.

Hugo Ekitike

Liberato, consegnato, ecco Hugo Ekitike. Entrato in partita a un quarto d’ora dalla fine del match, il 20enne attaccante ha sfruttato appieno i pochi minuti in campo per mettersi in mostra. Passante decisivo per Renato Sanches, ha soprattutto sbloccato il suo contropiede personale con il PSG. Un gol che dovrebbe fargli bene dopo un lungo periodo di scarsità. I suoi compagni di squadra non hanno mancato di congratularsi con lui incalzandolo in tutte le direzioni. Attenzione, però, a non mollare la presa durante la grande pausa legata ai Mondiali.

Carlo Soler

Lo spagnolo sale nella stima di Christophe Galtier. Ancora una volta stabilito dal tecnico parigino a centrocampo, il numero 28 parigino ha offerto una prestazione contrastante, vista sia sotto la sua faccia cattiva ma anche la sua migliore. Dopo un primo tempo insipido dove ha faticato a pesare nel gioco dei suoi, l’ex Valencia si è ripreso al rientro dagli spogliatoi siglando il gol del 2-0 per il Paris. Pochi minuti dopo, ha lanciato Achraf Hakimi perfettamente in profondità per aumentare il divario. Se appare ancora in pieno adattamento, difficile non attribuirgli i suoi pochi minuti di brillantezza che hanno un certo impatto sull’incontro.

Renato Sanches

Come Hugo Ekitike, il portoghese è entrato e ha segnato. Sicuramente molto dispiaciuto di non essere nella lista di Fernando Santos per il Mondiale, il lusitano ha almeno rimediato questo fine settimana con il PSG. Al posto di Carlos Soler al centro, l’ex centrocampista del LOSC è stato molto più incisivo e tagliente in attacco del suo amico. Abbiamo visto giocatori la cui digestione di una delusione è stata più difficile. Per Renato Sanches cerca soprattutto di essere dimenticata.

Christophe Galtier

Il pomeriggio è stato buono per il tecnico parigino. Primo perché nessuno dei suoi globalisti è rimasto ferito. Poi perché il suo coaching viene premiato nella ripresa con le reti di Renato Sanches e Hugo Ekitike. Prima di lasciare che i suoi nazionali si rechino in Qatar, il PSG ha schiacciato l’Auxerre e può stare tranquillo. Il tecnico del club della capitale ha anche concesso qualche minuto di gioco a Warren Zaire-Emery. Nel complesso, la sua gestione di una partita di domenica alle 13 è stata molto buona.

Perdenti:

Presnel Kimpembe

Atteso in campo prima del Mondiale, il difensore del PSG era finalmente assente dalla formazione titolare al fischio d’inizio, sostituito da Nordi Mukiele. Presupposto fisicamente pronto e rassicurato prima della partenza per il Qatar, Presnel Kimpembe ha giocato solo quindici minuti. Insufficiente per considerarsi recuperato e pronto per il Mondiale. Questo lunedì mattina, il francese si è consultato con lo staff medico della squadra francese e ha deciso di rinunciare al suo posto, sostituito da Axel Disasi nella lista dei 26 azzurri.

vitinha

I tempi sono duri per il 22enne centrocampista. Spinto rapidamente al grado di titolare da Christophe Galtier, il portoghese ha recentemente subito un forte contraccolpo. Sostituto al fischio d’inizio, l’ex residente del Porto si distingue come uno dei grandi sconfitti di questo incontro in cui altri giocatori hanno saputo mettersi in luce. Selezionato per i Mondiali, il numero 17 parigino sta attraversando un periodo molto più delicato rispetto a quando ha iniziato e stenta a recuperare impatto. Accanto, bussano alla porta del tecnico parigino i suoi avversari, Renato Sanches e Carlos Soler in testa.

Danilo è tornato nell’albo di sentinella mentre Marco Verratti ha giocato nell’asse sinistro di mezzo. Risultato delle gare, Vitinha perde gradualmente il posto. È stata anche la prima volta che il giovane portoghese non ha giocato affatto in questa stagione

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *