Pau royal a La Rochelle, Brive affonda, Tolosa cade a Bayonne… Cosa ricordare dalle partite di sabato

Muto per quattro partite, il fuoriclasse del Montpellier si è rassicurato contro lo Stade Français (23-19), sabato 29 ottobre, in occasione della 9° giornata della Top 14. Pau, maestoso a La Rochelle (21-38), ha firmato la prestazione della giornata. Castres (26-22 contro il Clermont) e Perpignan (28-21 contro il Lione) si sono assicurati in casa, quando il Racing si è scatenato fuori e ha affondato il pallido Brivistes (38-43). In serata, Bayonne ha fatto piegare lo Stade Toulousain.

Montpellier rinasce senza convincere

Era urgente, quindi non importa come. Il Montpellier ha concluso la sua serie di quattro sconfitte di fila battendo dolorosamente lo Stade Français (23-19). Indisciplinati (15 falli), goffi nei touch (9 palloni persi), i campioni di Francia hanno vinto con l’usura. Hanno ancora arricciato il correttivo, quando i parigini si sono ritrovati davanti all’in-gol della sirena, senza riuscire a crossare.

Battuto anche per la prima volta in un mese, lo Stade Français ha conquistato un importante bonus difensivo per assicurarsi il secondo posto, in attesa della partita di Tolone di domenica sera.

Capitale da Pau a La Rochelle

Una delle performance di questo inizio di stagione. In una serie di cinque sconfitte di fila, Pau ha abbattuto la fortezza di La Rochelle (21-38). Ventiquattro anni dopo la sua ultima vittoria a Deflandre, la Sezione ha inflitto ai Maritimes la più grande sconfitta in casa degli ultimi… sette anni (6-44 contro il Clermont nell’agosto 2015). Realistici nel primo periodo, scatenati nel secondo atto, i Béarnais hanno sbloccato il loro contatore esterno con stile.

Anche dominati territorialmente e in termini di possesso, si sono nutriti degli errori di Rochelais privati ​​dei loro internazionali, tra cui Tanga, Alldritt o Danty. Grave battuta d’arresto per i giocatori di Ronan O’Gara, che per la prima volta da febbraio hanno incatenato due sconfitte nella Top 14.

Un bonus di coraggio per Clermont

In vantaggio 26-12 e in inferiorità numerica a tre minuti dalla fine, il Clermontois si aggiudica un inaspettato bonus difensivo. Una smagliante spinta di Alivereti Raka per ottenere una meta di rigore ha riacceso le speranze, prima che la mischia dell’Auvergne rovesciasse il gruppo di Castres ottenendo un rigore decisivo. Piuttosto che entrare in touch per vincere il pareggio, Jules Plisson ha assicurato contro i pali (26-22, punteggio finale) alla sirena.

Giusto premio per gli Jaunard, autori di altri due saggi dei giovani Baptiste Jauneau e Cheikh Tiberghien. Raccogliendo un punto a Castres – il primo da Lione a febbraio – l’ASM conferma il suo buon inizio di stagione.

Brive, lacune ma cuore

Sulla croce, Brive ha mostrato un carattere immenso per registrare tre mete in dieci minuti e vincere un bonus difensivo inaspettato contro il Racing 92 (38-43). Axel Muller si è distinto in particolare segnando due volte. Ma la contabilità, questo punto in casa non può bastare ai Corrézien. Un tempo fortezza inespugnabile, lo Stadio è caduto per la quarta volta in questa stagione.

Soprattutto, i brivisti si preoccupano sulla difensiva. Le 43 pedine concesse si sommano alle 119 subite nelle tre giornate precedenti, facendo di Coujoux la peggior retroguardia della Top 14. I successi delle dirette concorrenti, Pau e Perpignan, non fanno che rafforzare l’urgenza per la lanterna rossa (12 punti) .

Bayonne piega lo Stade Toulousain

Il canottaggio ha offerto lo scalpo del leader. Di fronte a un pubblico ribollente al Jean Dauger, i Bayonnais si sono sublimati per infliggere allo Stade Toulousain la loro seconda sconfitta stagionale (26-22). Autori di un ottimo inizio di gara, e portati a piedi da un imperiale Gaëtan Germain, si sono portati subito in vantaggio per correre in testa.

Il Bayonnais ha poi resistito al ritorno del giovane Tolosa a fine partita, che è riuscito comunque a strappare il bonus difensivo grazie a due mete negli ultimi dieci minuti. Grazie a questo successo, Aviron è risalito all’8° posto, con lo stesso numero di punti di Castres e Racing, gli ultimi membri della top 6.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *