• Home
  • perché controllarlo? Quante volte ? Dove e come?

perché controllarlo? Quante volte ? Dove e come?

0 comments

Potresti aver sentito spesso che è necessario controllare regolarmente la pressione dei pneumatici della tua auto. Ma sai davvero perché? E come farlo nelle regole dell’arte? Ti diciamo tutto!

Perché è così importante controllare la pressione dei pneumatici della tua auto?

Semplicemente perché – non lo ripetiamo mai abbastanza – le gomme sono l’unico elemento della tua auto a diretto contatto con la strada. Infatti, se vuoi tenere entrambi i piedi, beh, tutte e quattro le gomme a terra, sai cosa devi fare. Cosa si rischia esattamente con una gomma poco gonfia? Il veicolo perde aderenza, gli spazi di frenata aumentano, la trazione e la stabilità in curva ne risentono, il rischio di aquaplaning in caso di pioggia aumenta di dieci volte. Per finire, le gomme possono forarsi o addirittura scoppiare, anche se sono nuove. Complessivamente, uno pneumatico è considerato sgonfio quando la sua pressione è inferiore di 0,4 o 0,5 bar rispetto a quella raccomandata dal produttore. E non è solo una questione di sicurezza, perché anche i pneumatici sgonfi influiscono sul consumo di carburante. La tua macchina sarà un po’ più golosa e andrai alla pompa più regolarmente. Ed è una scommessa sicura che stai cercando di risparmiare di più in questi giorni, giusto, giusto?

E attenzione, se i pneumatici sgonfi sono pericolosi per la tua sicurezza, devi anche assicurarti che non siano troppo gonfiati. In questo caso specifico, la superficie di contatto tra il tuo pneumatico e il suolo è ridotta. La zona centrale del battistrada è maggiormente esposta agli urti e alle deformazioni del bitume. Quando sono poco gonfiati, sono più danneggiati sui lati poiché si abbassano. Infine, per tornare a pneumatici troppo gonfiati, il comfort ne risente. Gli unici piccoli vantaggi sono che la trazione del tuo veicolo è migliore ed è più stabile in curva. Solo i piloti in erba o esperti apprezzeranno.

Ogni quanto va controllata la pressione dei pneumatici?

La maggior parte dei veicoli moderni è dotata di un sensore che controlla in tempo reale la pressione dei pneumatici e segnala tramite un simbolo se la pressione è troppo bassa. Ma non aspettare che quest’ultimo appaia davanti ai tuoi occhi per controllarlo tu stesso. Si consiglia di farlo ogni mese o quando si avvicina un grande viaggio, prima di partire per il fine settimana o in vacanza.

Dove controllare la pressione dei pneumatici e quanto costa?

Devi solo andare in una stazione di servizio o in un autolavaggio per trovare un gonfiatore. E se questo non ti motiva particolarmente a muoverti, nulla vieta di investire in una pompa portatile che puoi portare a casa e utilizzare a tuo piacimento. Conta da 20 € a poco meno di cento euro per i modelli più avanzati. Il vantaggio delle stazioni di servizio o di autolavaggio è che, nella stragrande maggioranza dei casi, non dovrai pagare un centesimo. Nel peggiore dei casi vi costerà una moneta da 50 centesimi o 1€. Niente che possa mettere a repentaglio il tuo conto in banca!

Qual è la pressione ideale?

Non ce ne sono. In realtà varia in base alle caratteristiche del tuo veicolo: il suo peso, il motore che ha, la dimensione delle ruote, ecc. Da qui il fatto che i valori da rispettare sono sempre indicati dal produttore. I suoi consigli sono generalmente su una delle portiere della tua auto, a livello dello sportellino del serbatoio (devi aprirli per scoprire un’etichetta su cui compaiono i valori ricercati) o nel manuale utente del tuo veicolo. Se fai davvero fatica a trovare queste informazioni, hai sempre la possibilità di utilizzare Internet. Tuttavia, in questo caso, assicurati di fornire informazioni precise sulla tua auto (marca, modello, motore, dimensioni delle ruote). Si noti infine che la pressione è espressa in bar.

Come regolare la pressione dei pneumatici?

Già, è importante che tu non abbia rotolato troppo. Non è consigliabile fare la pressione dei pneumatici a caldo, meglio eseguire questa operazione a freddo. Una volta che il veicolo è in posizione, vicino al gonfiatore, rimuovere i cappucci delle valvole situati su ciascuna delle ruote e collegare l’ugello del gonfiatore. Da lì, controlla la pressione indicata sullo schermo. Se è troppo basso o troppo alto, regolare utilizzando i pulsanti “+” e “-“. Una volta raggiunta la pressione corretta, non resta che sostituire i cappucci delle valvole. E ora, voilà. Un gioco da ragazzi, vero?

Un’ultima cosa sulla pressione delle gomme?

Tuttavia, se non avevi scelta e dovevi eseguire questa operazione a caldo, in questo caso aggiungi 0,3 bar alla pressione consigliata dal produttore. Se il vostro veicolo ne è dotato (ahimè, di questi tempi è sempre meno frequente), non dimenticate di gonfiare la ruota di scorta contemporaneamente alle altre per non avere spiacevoli sorprese durante la giornata. dove è necessario sostituire uno dei quattro pneumatici “convenzionali”. Ci sono altri casi in cui la pressione dei pneumatici deve essere adattata. Questo è il caso, ad esempio, se prendi l’autostrada per una lunga distanza. Aggiungere qui anche 0,3 bar rispetto al normale. Un altro scenario è se stai trasportando un rimorchio o una roulotte. Lì, fare riferimento alle raccomandazioni del produttore.

Leggi anche su Auto-Moto.com:

Batteria, pneumatici, tergicristalli… 4 cose a cui prestare attenzione nella tua auto prima di metterti in viaggio quest’inverno

Importante operazione a Tolosa per sgonfia gomme SUV

VIDEO – La gomma di questo camion esplode in autostrada, più paura che danni

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}