• Home
  • piccole frasi, duello con Messi, piano per fermarlo… Mbappé è “nel cervello degli argentini”

piccole frasi, duello con Messi, piano per fermarlo… Mbappé è “nel cervello degli argentini”

0 comments

In Argentina, la finale del Mondiale 2022 in programma domenica (ore 16) non è solo contro la Francia, ma anche e soprattutto contro Kylian Mbappé. La stampa e gli osservatori sono già al corrente.

Francia-Argentina o meglio Mbappé-Messi. Dopo la qualificazione degli azzurri alla finale del Mondiale 2022, l’Argentina pensa soprattutto al genio di Bondy. Lo conferma il quotidiano sportivo Olé: questa partita è soprattutto percepita come un “duello di stelle” tra i due compagni di squadra del Paris Saint-Germain.

>> Tutte le informazioni sui Mondiali in diretta su RMC Sport

“Molto rapidamente, tutti i canali sono entrati in modalità:” Cómo parar a Mbappé? Come fermare Mbappé? RMC.

“Su Mbappé è uscito tutto”, completa il giornalista, che fa notare che Kylian Mbappé “è nella testa degli argentini dal 2018” e la sua famosa doppietta negli ottavi di finale del Mondiale in Russia (4-3). “Ha lasciato qualche trauma, assicura. Da quando Cristiano Ronaldo non è più nella piccola guerra con Messi, gli argentini hanno sostituito il suo rivale con Mbappé, che a volte lo chiamano successore di Messi. (…) Hanno iniziato subito dopo il gioco, ci sarà questa piccola musica per tutta la settimana”.

La polemica del “calcio non avanzato come in Europa”

Il talento e i cinque gol di Kylian Mbappé in questo Mondiale 2022 non spiegano tutta questa attenzione in Argentina. In realtà la stampa sportiva del Paese non ha assolutamente dimenticato la frasetta dell’attaccante francese a livello di calcio sudamericano. Olè, La nazione, TyC Sport… Giovedì mattina, i presidi in Argentina hanno avuto cura di ricordare ai loro lettori questo episodio.

In un’intervista rilasciata lo scorso maggio al canale brasiliano TNT Sports, il campione del mondo 2018 dà i suoi favoriti per il 2022 e finisce per scivolare un piccolo placcaggio: “Il vantaggio che abbiamo per noi europei è che giochiamo tra di noi con partite di alto livello tutte le tempo, come ad esempio la Società delle Nazioni Quando arriviamo ai Mondiali, siamo pronti, dove Brasile e Argentina non hanno questo livello in Sud America.Il calcio non è così avanzato come in Europa.Ecco perché negli ultimi Mondiali , sono sempre gli Europei che hanno vinto”.

Questa uscita provoca subito un putiferio, diversi giocatori argentini si offendono. Tra questi, l’attuale portiere della selezione Emiliano Martinez: “Giochiamo contro la Bolivia a La Paz, l’Ecuador sotto i 30 gradi, la Colombia dove non si respira nemmeno… Giocano sempre su terreni perfetti, non sanno cos’è il Sud America “Ogni volta che andiamo in nazionale, siamo esausti e non possiamo allenarci molto. Quando un inglese va ad allenarsi con l’Inghilterra, è lì in mezz’ora. Sia che vadano in Bolivia, Colombia, Ecuador… Vedremo se per loro sarà facile”. Ha preso la parola anche il suo compagno di squadra Lautaro Martinez per deplorare una “dichiarazione ingiusta”. che non impedisce La nazione per qualificarsi citando la risposta dell’ex gloria Jorge Valdano: “Mbappé deve imparare che a volte è più conveniente non dire tutta la verità”.

Il piano di un allenatore argentino per fermare Mbappé

L’Argentina ricorda anche la rapida risposta di Leandro Paredes a Kylian Mbappé, con il quale “non aveva rapporti” nello spogliatoio del PSG. Abbastanza per alimentare le storie sui legami a volte un po’ tirati con l’imponente clan latino del club della capitale. “Se Paredes e Di Maria, è colpa di Mbappé”, si sente dalla televisione argentina, secondo George Quirino.

A livello più sportivo, l’edizione locale di AS non ha mancato di sottolineare che Lionel Messi non aveva “mai vinto” contro Kylian Mbappé. Cosa spinge Pipo Gorosito, allenatore del Gimnasia, dare su Twitter il suo piano magico per neutralizzare la minaccia francese: “Cuti (Cristian Romero), Ota (Nicolas Otamendi), Paredes, dovete fare piede-coscia su Mbappé e quando potete coscia-petto!”

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}