• Home
  • Pro D2 – Montauban rovescia Provence Rugby

Pro D2 – Montauban rovescia Provence Rugby

0 comments

PRO D2 – Nella sua tana di Sapiac, per la 17esima giornata di campionato, Montauban ha vinto all’ultimo secondo contro il Provence Rugby grazie a una meta di Venter (20-16). Autore di una doppietta, il sudafricano è il migliore in campo. Con questo successo, la band di Pierre-Philippe Lafond ha fatto una buona operazione di manutenzione. Per i provenzali bisognerà accontentarsi di un bonus difensivo.

Al momento dei conti a fine campionato, Sapiac ricorderà senza dubbio questo successo con il forcipe contro Provence Rugby (20-16). Quest’ultimo è miracoloso, ma dimostra le incredibili risorse dei compagni di squadra di Bosviel.

All’ultima palla della partita, l’allineamento di Aix ha lasciato cadere le munizioni. Quaranta metri più avanti, su un bel passaggio a contatto con uno dei suoi compagni, Venter è andato a sfondare la meta vincente (20-16, 80e). Scenario inaspettato per Montauban che si porta sette lunghezze di vantaggio sul Soyaux Angoulême, prima retrocesso. Una storia crudele per il Provence Rugby che vede allontanarsi i luoghi per la fase finale.

Nel primo atto i provenzali però se la sono cavata da soli nonostante, già, un primo colpo del destino. Su un calcio di Cazenave contrastato dal terribile Venter, il sudafricano di Sapiac ha messo i suoi nelle migliori condizioni possibili (7-0, 5e). Era solo un’esca. Dominata in mischia e nel gioco a terra, indisciplinata a volontà (12 rigori subiti nel primo periodo), la banda di Lafond si è trovata costantemente sotto pressione dagli ospiti. Su corner ai 40 metri Massip fallisce il primo tentativo prima di farsi perdonare in posizione più agevole pochi minuti dopo (7-3, 13e).

Inevitabilmente, a furia di accovacciarsi, per Sapiac è arrivato il momento inevitabile. Nonostante le numerose ammonizioni, M. Noirot, arbitro della partita, è stato costretto a mostrare il cartellino giallo nei confronti dell’Agnesi. Ai 22 metri, davanti ai pali, Massip sancisce subito questa indisciplina (7-6, 31e).

Pochi istanti dopo, a seguito di un burbero sfondamento di Bouhedjeur, Viiga si è reso colpevole di una mossa sbagliata a pochi metri dalla propria area di meta. In posizione di fuorigioco, la terza linea ha calciato volontariamente il pallone. L’ex Aixois ha affiancato Agnesi in panchina (35e). In doppia superiorità numerica, il Provence Rugby ha fatto la scelta logica di insistere nel corpo a corpo. Due mischie più tardi, M. Noirot ha preso la direzione dei pali per insaccare una meta di rigore (7-13, 40e).

Venter ha salvato l’errore di Firmin

Ci sarebbe piaciuto essere una mosca per ascoltare le istruzioni di Lafond e del suo staff durante la pausa. Di ritorno dagli spogliatoi, Sapiac ha alzato la testa e ci ha anche giocato. L’indisciplina ha cambiato schieramento. In un quarto d’ora gli Aixois hanno commesso quattro falli consecutivi. Per confronto, ne avevano commessi solo due nel primo periodo.

Bosviel ha riportato i contatori in parità (13-13, 54e). Mentre la partita si fa sempre più tattica, con l’espropriazione come leitmotiv da entrambe le parti, Massip approfitta di un fallo su ricezione di una candela dello stesso Bosviel per portare i suoi in vantaggio all’avvicinarsi della partita. ultimo quarto d’ora (13-16, 63e).

In un momento forte, Montauban ha deciso di effettuare un colpo di forza. Bosviel e la sua famiglia hanno scelto, due volte, di andare in touch invece di prendere punti. Su un tonante maul, Firmin ha concluso la sua gara in area di meta. Ma, durante l’appiattimento, il tallonatore ha lasciato cadere la palla (13-16, 67e). A dire il vero, tutti alla Sapiac pensavano che i loro avessero perso la fortuna. Tutti, tranne i 15 giocatori presenti sul prato. Venter ei suoi provano a vincere in testa.

Tra 15 giorni Montauban andrà a Massy con molta meno pressione per questa partita da paura, tra due squadre in fondo alla classifica. Per il Provence Rugby, rimasto a quota quattro vittorie di fila contro l’USM, sarà imperativo alzare la testa, a Maurice David, contro il Béziers. Per sperare di partecipare alla fase finale, non c’è più tempo da perdere per il gregge di Reggiardo.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}