• Home
  • ProD2. Oyonnax, Laclayat, Qadiri, Montauban… I nostri top e flop di mezza stagione

ProD2. Oyonnax, Laclayat, Qadiri, Montauban… I nostri top e flop di mezza stagione

0 comments

Oyonnax festeggia dall'inizio della stagione Pro D2, mentre Montauban è in ritardo.
Oyonnax festeggia dall’inizio della stagione Pro D2, mentre Montauban è in ritardo. (©Icona Sport)

Prima delle celebrazioni di fine anno, il ProD2 ha completato la sua prima tappa del campionato. Ci sono molte lezioni da imparare, in particolare con la faccia imprevedibile mostrata da Agen QuelloAl tempo del Rugby visto arrivare prima inizio stagione. Ecco i nostri top e flop di mezza stagione.

Cime

È davvero IL colosso di questa prima parte di campionato. Solido leader della Pro D2, con 16 punti di vantaggio sulle sue prime inseguitrici (Mont-de-Marsan e Biarritz), Oyonnax domina il campionato testa e spalle. Gli Oyomen hanno il miglior attacco (464 punti realizzati) e la migliore difesa (179 punti subiti) e sono la squadra che ha segnato più mete (60) e ne ha subite di meno (19)…

Ancora più sorprendente, i protetti di Joe ElAbd non conoscono il gusto amaro della sconfitta da… 11 partite. Fu sul prato di Mont-de-Marsan (26-15), il 16 settembre per conto del 4e Giornata Pro D2. È molto forte! Sulla scia del loro nuovo presidente Dougal Bendjaballah, particolarmente ambizioso, è difficile vedere chi potrebbe impedire a Oyonnax di salire nella Top 14.

Questa è senza dubbio la piacevole sorpresa di questa prima parte della stagione Pro D2. Attualmente primo operatore di dighe (6e), Aurillac si esibisce e rimane imbattuto nella sua tana di Jean-Alric. Ma soprattutto i Cantaliens tengono testa e perdono solo pochi punti rispetto ai principali avversari dall’inizio della stagione. Evidenziato dai loro ultimi successi contro Colomiers (15-10), 7ee valvole (30-19), 4e. È chiaro che il reclutamento intelligente del club Cantal di questa estate non è estraneo a questa dinamica positiva.

Nonostante molte perdite quest’estate, inclusa la perdita di peso della sua pertosse Angelo Capuozzo allo Stade Toulousain oAdrien Seguret a Castres, Grenoble realizza una prima metà di campionato convincente. Indicando il 5e posizione di Pro D2, a 4 lunghezze da Biarritz e Mont-de-Marsan, nonostante il ritiro dei punti da parte dell’NRLla scuderia dell’Isère beneficia, come Aurillac, di accorte assunzioni, ma anche della conferma di diversi suoi dirigenti.

Come l’esterno della nazionale marocchina Karim Qadiri, co-capocannoniere in campionato con Thomas Laclayat, che ha brillato di mille luci la scorsa stagione e continua a fornire prestazioni costanti. Anche se l’FCG ha mostrato un leggero calo di velocità con l’avvicinarsi delle vacanze di Natale, le prestazioni sono oltre le aspettative.

Se si unirà al Racing 92 la prossima stagione, non è per niente. Sulla scia dell’esercizio precedente, Tommaso Laclayat esegue una prima parte mozzafiato di Pro D2 con Oyonnax. Il pilastro destro, convocato per la prima volta quest’estate con la XV di Francia, è attualmente co-capocannoniere del campionato, con 8 mete all’attivo. Relativamente raro per una prima linea. È senza dubbio il simbolo dell’oltraggioso dominio dell’USO in questa stagione, soprattutto nelle fasi di conquista.

Video: attualmente su Actu

Le Flops

Il minimo che possiamo dire è che la prima metà della stagione Montauban è deludente. Bloccato in fondo alla classifica (14e), i Montalbanais pattinano in questa stagione. Un po’ come alla fine dell’anno precedente, quando il club del Tarn-et-Garonne era completamente naufragato e vedeva sfuggire la qualificazione proprio al termine della fase regolare.

Anche se dopo lo sfratto del suo manager Davide Gerardo fine ottobre, sostituito da Pierre-Philippe Lafond, l’USM mostra un volto leggermente più sorridente, la scoperta è comunque allarmante. Per il governo di Montauban, il Detrazione di 2 punti prima dell’inizio della stagione chiaramente non ha aiutato il suo caso. La pausa invernale può solo fare bene ai giocatori che mancano di fiducia.

È Carcassona ci ha dato una cortina fumogena la scorsa stagione? Quarti di finale alla fine di questo, l’USC, come Montauban, non riesce a concatenare buone prestazioni in questa stagione. Evidenziato dal suo debole attacco. Attuale 13e dalla Pro D2 a sole 2 piccole unità dalla zona rossa, Carcassonne è semplicemente il peggior attacco del campionato (251 punti realizzati). Colpisce il contrasto rispetto all’esercitazione precedente, dove, appunto, l’attacco era uno dei punti forti della formazione dell’Aude. È giunto il momento di mettere le cose in chiaro.

  • L’emozione di Agen a casa

Come avevamo previsto prima del lancio del campionato, Agen è la squadra più enigmatica di Pro D2. Mentre si pensava che il club si fosse allenato Bernard Gotta avrebbe interpretato i ruoli principali la scorsa stagione, questo è stato completamente rintanato e ha svolto la manutenzione fino al penultimo giorno.

Anche se in questa stagione la SUA ha un materasso molto più comodo in zona retrocessione, resta un mistero. Migliore squadra al di fuori della loro terra, Agen è, invece, completamente impotente di fronte al loro pubblico di Armandie. Il Lot-et-Garonnais ha un record schiacciante di sole 3 vittorie su 4 sconfitte, di cui una contro Béziers (13-14) l’8 dicembre, che non aveva mancato di far parlare i sostenitori di Agen. Solo la lanterna rossa, Massy, ​​ha un record più cupo degli Agenais di casa. Paradossale.

Promosso da Nationale e attuale lanterna rossa da Pro D2, Massiccio è in ritardo. Retrocesso a 11 unità da Montauban, primo giocatore non retrocesso, il club dell’Essonne lo ha pagato in parte a causa della sua fragile difesa. Con ben 401 punti subiti in 15 partite (circa 27 punti a partita), i residenti di Jules-Ladoumègue hanno la peggior difesa del campionato. Anche in difficoltà offensiva (15e miglior attacco di Pro D2), le speranze di mantenimento si assottigliano giorno dopo giorno per l’RCME, ma i Massicois non hanno certo detto la loro ultima parola!

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Actu Rugby nello spazio Le mie notizie . In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le news delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}