Prova ruote Corima Essentia 40

Presentazione

Questi Corima Essentia 40 presentano la consueta finitura delle ruote Corima, con una caratteristica finitura 3K. La costruzione del cerchio incorpora il meglio del know-how di CORIMA: la schiuma strutturale interna oltre alla maestria e selezione delle migliori fibre di carbonio 3K.

Ciò che rende speciali queste ruote è la dimensione del cerchio. 40 mm di altezza, 28 mm esternamente, ma soprattutto 23 mm internamente, il tutto pur essendo un cerchio senza ganci, quindi chiamato Hookless.

Dimensioni che gli consentono di ospitare pneumatici che vanno da 25 a quasi 65 mm se ci riferiamo alla tabella ETRTO 2022 che trovate qui. Ma essendo questo cerchio senza ganci, Corima è rimasta più “cauto” con dimensioni del pneumatico che vanno da 700×28 mm a 700×50 mm (anche se sul cerchio è indicato 45 mm massimo). C’è da dire che la tecnologia senza ganci limita la pressione massima a 4,7 bar, cosa che, di fatto, elimina pneumatici inferiori a 28 mm. Ma in pratica è sempre possibile scendere fino a 25 mm, ma dovrai limitarti a 4,7 battute!

È possibile utilizzare camere d’aria, ma lo pneumatico deve essere dotato di un tallone tubeless per una ritenzione sicura. Ricordiamo che ecco la differenza tra un cerchio tradizionale a sinistra e un cerchio hookless a destra. Si capisce facilmente che è quindi necessario optare per pneumatici tubeless specifici classificati TSS. Ma lo vedrete sotto, ho fatto questi test con pneumatici senza questa menzione, ma che rispettano lo standard ETRTO, il che significa che in questo caso va tutto bene.

Ecco la pressione massima per ogni tratto consigliata da Corima.











sezione pneu (mm) pressione max (sbarra)
28 4.7
30 4.5
35 3.8
40 3.5
42 3.2
45 3.0
50 2.8

Nessun profilo stravagante, Corima è rimasta su un profilo a U abbastanza tradizionale. C’è da dire che questa ruota non si rivolge in modo specifico agli appassionati di strada delle prestazioni a tutti i costi.

No, l’Essentia 40 si basa sulla versatilità, ruote a 1390€ la coppia che avranno il loro posto sia su una bici da strada che su una bici da ghiaia. Ruote che vogliono essere comunque veloci, ma che dovranno anche essere sufficientemente robuste per affrontare percorsi sterrati a volte impegnativi, anche se Corima specifica che la pratica Gravel secondo la categoria ASTM2 non può essere equiparata alla pratica MTB.

Ognuno deve trovare il limite.

Rigidità e affidabilità sono assicurate da 24 raggi in acciaio inox disposti in modo unico, secondo l’allacciatura R2 specifica di CORIMA, oltre a un mozzo appositamente sviluppato per resistere a un uso versatile su strada/ghiaia. Una scaffalatura che potrebbe far pensare al famoso G2 di Campagnolo, ma che è diversa, soprattutto per quanto riguarda il grip sui mozzi.

L’Essentia 40 è dotato di un nuovissimo corpo ruota libera con il nuovo sistema Ratchet basato su 36 punti di innesto.

Come quello che si può trovare da DT Swiss, Corima ha introdotto un meccanismo all’interno del mozzo che si basa su un sistema di corona dentellata. Quest’ultimo è stato progettato per gestire livelli di coppia più elevati e garantire così una maggiore affidabilità a fronte di condizioni di utilizzo intensivo su superfici degradate.

Sulla bilancia, queste Corima Essentia 40 sono effettivamente visualizzate a 1620 grammi al paio (750 grammi per l’anteriore e 870 grammi per il posteriore). Alcuni lo troveranno “pesante” per le ruote da strada in carbonio, ma non dimentichiamo che si tratta anche di ruote gravel che devono resistere a impatti significativamente più elevati.

Montaggio delle gomme

Ho potuto montare due tipi di pneumatici tubeless su questi Essentia 40. Continental Terra Speed ​​TR 40 mm così come il nuovo Veloflex Corsa EVO TLR nella sezione 32 mm.

In entrambi i casi il montaggio non pone particolari problemi. Se ti prendi cura di posizionare le gomme nella scanalatura, puoi montarle, con un po’ di determinazione, senza attrezzi. Nel peggiore dei casi, puoi sempre utilizzare la pinza per montaggio pneumatici testarda BBB BTL-78 che aiuterà a completare l’installazione degli pneumatici nel cerchione.

Per il gonfiaggio, Corima vieta l’uso di cartucce, pompe ad alta portata o compressori! Confesso da parte mia che non avevo scelta per i due tipi di gomme, ho dovuto farli “sbattere” con lo Zéfal Tubeless Tank, facendo attenzione lo stesso a non mettere più di 5 barre nel serbatoio per non eccedere i limiti di pressione del cerchio. Eppure, non ho lesinato sul liquido preventivo sigillante, con ben 50 ml per pneumatico!

Sui sentieri e sulla strada

Per questo test avevo a disposizione una bici che già conoscevo, la Look 765 Gravel RS testata a fine 2020. Questa volta è il top di gamma in colorazione Chromatic Petrol Full Glossy con trasmissione SRAM Rival AXS.

Giusto per il piacere degli occhi, ecco le foto di questa moto, con questi specifici Riflessi Cromatici. Così equipaggiata, questa bici gravel viene visualizzata a 8,8 kg equipaggiata con pneumatici Continental Terra Speed ​​TR da 40 mm, un buon rapporto qualità-prezzo in configurazione all-road.

La moto mi è stata consegnata in questa configurazione gravel, quindi inizierò il test in modalità all-road.

Come già detto più volte, questi Essentia 40 sono un compromesso tra strada e ghiaia. Non sono così taglienti nei percorsi come il G30.5 che sono specificamente dedicati alla ghiaia.

Le Essentia 40 sono destinate più agli appassionati di gravel veloce e/o gravel non troppo impegnati su terreni molto accidentati. Non tanto per una possibile fragilità, tutt’altro, ma più per il loro prezzo, che probabilmente non vi inviterà a rischiare di danneggiarli su sentieri molto sassosi.

Ruote che sono rigide, quindi scommetterà chiaramente sulle gomme e sulla loro pressione per avere comfort.

Con pneumatici da 40 mm, ottieni un buon compromesso sulla ghiaia per la guida su piste calcaree o sterrate, dove puoi sfruttare la loro aerodinamica di tanto in tanto per aumentare il ritmo. Avendo una pressione di circa 2,6 bar, rimaniamo in un buon compromesso prestazioni/comfort fintanto che il terreno rimane asciutto.

Se Corima indica che non sono ruote MTB ma ruote gravel, è sempre difficile posizionare il cursore nei passaggi MTB morbidi o molto gravel – troppo? – impegnato. Ho sempre affrontato piste di ghiaia cosparse di grosse radici e grossi sassi, ma ciò non ha danneggiato le ruote Essentia 40, che sembrano “armate” per resistere ai peggiori utilizzi.

Inevitabilmente, su terreno bagnato e grasso, sarà necessario abbassare nuovamente la pressione per aumentare il grip, soprattutto perché i Terra Speed ​​chiaramente non sono nel loro elemento, essendo i tacchetti troppo piccoli per garantire grip. Pneumatici abbastanza comodi sull’asciutto, ma anche su strada.

Se vengono gonfiati a circa 2,6/2,8 bar, ovviamente non hai le prestazioni di un pneumatico da strada slick, ma l’abbinamento con il rigidissimo Essentia 40s ti permette comunque di divertirti e guidare bene.

Sostituendo i grandi pneumatici da 40 mm con il nuovo Veloflex Corsa EVO TLR nella sezione da 32 mm, cambiamo radicalmente il registro. Gonfiati a 4,5 bar, otteniamo veri pneumatici da 32 mm ma le cui prestazioni non hanno nulla a che vedere con le gomme gravel.

Siamo più vicini ai tradizionali pneumatici da 28 mm poiché l’efficienza e la filtrazione rimangono elevate nonostante i cerchi chiaramente molto rigidi. Tanto che mi chiedo se sarebbe utile passare a 28 mm. Con una larghezza interna di 23 mm, otteniamo qui uno pneumatico molto rotondo e che sembra sposarsi perfettamente con i cerchi Corima Essentia 40.

In queste condizioni anche la Look 765 Gravel RS, che non è una bici da strada, trova dinamismo su strada. Ruote che non avranno paura di affrontare il selciato della Parigi-Roubaix!

Gli hub sembrano perfettamente progettati, anche se la durata del test non ne consente necessariamente il danneggiamento. D’altra parte, la ruota libera non è troppo rumorosa, un buon punto.

Insieme a

Ruote gravel adatte alla strada o il contrario? Per me, le Corima Essentia 40 sono più buone ruote da strada che non avranno paura di affrontare percorsi sterrati, anche rocciosi. Anche se il marchio indica che non sono ruote MTB, ho notato che pochi percorsi di ghiaia la spaventeranno.

Su strada troviamo la grande rigidità che contraddistingue le ruote Corima in generale. Se questa rigidità a volte può essere troppo alta con alcuni modelli, gli Essentia 40 sono leggermente più flessibili, senza essere morbidi. Se a questo aggiungiamo la filtrazione e la flessibilità dei pneumatici da 28 carreggiata da 32 mm, otteniamo delle buone ruote da strada, efficienti e stabili, che ti permetteranno di passare dalla strada ai sentieri semplicemente cambiando l’involucro del pneumatico.

Sicuramente le troviamo più leggere per la strada, ma le Essentia 40 sono un buon compromesso per chi vuole divertirsi con una coppia di ruote in carbonio made in France, ad un prezzo troppo eccessivo e chi può passare facilmente da una bici gravel. in una bici da strada o converti una bici da ghiaia in una bici da strada per giri più dinamici.

Foto: Guillaume per Matos Vélo – Sonam.cc

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *