• Home
  • questi motori a benzina da evitare a tutti i costi in occasione

questi motori a benzina da evitare a tutti i costi in occasione

0 comments

Anche se si prendono tutte le precauzioni del caso, l’acquisto di un’auto usata non è mai privo di rischi. L’invecchiamento della meccanica non essendo una scienza esatta, i difetti possono sorgere in qualsiasi momento e provenire da qualsiasi angolo del motore. Ma questa quota di rischio incomprimibile – che esiste anche ma in misura minore con un’auto nuova – non dovrebbe dissuaderti dall’acquistare un’auto di seconda mano. Perché è anche il luogo dove si fanno gli affari migliori, dopo il primo grande sconto sulle auto nuove. Non resta che essere ben informati per evitare le insidie ​​più frequenti. Anche con i motori a benzina che, se meno complessi del diesel, conoscono anche la loro quota di danni. Come le cinque unità a benzina trovate da Peugeot, Citroën o DS e che elenchiamo qui.

Se cerchi soprattutto zero problemi e non sei un assiduo manutentore, questi motori non sono certo fatti per te. Ma poiché a volte sono estremamente diffusi, sfuggirli significa anche rinunciare a molti interessanti modelli di city car, familiari e SUV. Soprattutto perché in alcuni casi puoi passare completamente attraverso le gocce. Resta quindi da informarsi sul piano manutentivo applicato al veicolo prescelto e, una volta acquisito, rimanere vigili sulle operazioni da effettuare per ridurre al minimo i rischi..

Il 3 cilindri PureTech 1.0 e 1.2

Citroën C3
Citroen C3 “1”.© Citroen

Non è né più né meno dei motori più diffusi in Francia negli ultimi anni poiché, progettato sotto l’era PSA, ha equipaggiato quasi tutte le Citroën, Peugeot e DS prima di diffondersi anche su Opel dall’acquisizione del Blitz nel 2017. Atmosferico (1.0 o 1.2) o dotato di turbo (1.2), questo motore ha sviluppato o sta ancora sviluppando tra 68 e 130 CV. I principali punti deboli sono noti: fragilità della cinghia di distribuzione, del catalizzatore e dell’albero motore. Seriamente, queste preoccupazioni possono portare al guasto del motore. Ma tra la correzione dei problemi alla fonte (cinghia di distribuzione dal 2018) e le recenti campagne di richiamo su larga scala (2020), i problemi sono meno frequenti. Devi solo assicurarti che il tuo modello ne abbia avuto diritto.

L’elenco di tutti i modelli Citroën interessati*

*A quel tempo, la DS3 e la DS4 avevano dei galloni all’estremità della griglia perché la DS non era indipendente

L’elenco di tutti i modelli Peugeot interessati

I 4 cilindri VTi 1.4 e 1.6

Citroën DS3.
Citroën DS3.© DS

Questi due motori aspirati condividono quasi tutto, compresa la guarnizione della testata e i fragili problemi della catena di distribuzione. Dal momento che non sono recenti, si trovano principalmente in auto vecchie oggi di una buona decina di anni. Un’età che ha logicamente moltiplicato i proprietari e il rischio di “buchi” nel libretto di manutenzione. Dato che su questi due motori sono stati fatti pochi richiami, non c’è annata risparmiata ed è meglio stare molto attenti.

L’elenco di tutti i modelli Citroën e DS interessati*

  • Citroën C3 (95 canali, 120 canali)
  • Citroen C3 Picasso (95 canali, 120 canali)
  • Citroën DS3 (95 canali, 120 canali)
  • Citroën DS4 (120 canali)
  • Citroen C4 (95 canali, 120 canali)
  • Citroen C4 Picasso (95 canali, 120 canali)
  • Citroën C5 (120ch)

*A quel tempo, la DS3 e la DS4 avevano dei galloni all’estremità della griglia perché la DS non era indipendente

L’elenco di tutti i modelli Peugeot interessati

  • Peugeot 207 (95 CV, 120 CV)
  • Peugeot 208 (120 cv)
  • Peugeot 308 (95 canali, 98 canali, 120 canali)
  • Peugeot 508 (120 cv)
  • Peugeot 2008 (120 cv)
  • Peugeot 3008 (120 cv)
  • Peugeot 5008 (120 cv)

Il 4 cilindri THP 1.6

La Peugeot 308
La Peugeot 308 “2”.©Peugeot

Ultra coppia, questo 4 cilindri turbo non mancava di fiato neanche nelle sue versioni più potenti. Rimarrà addirittura l’ultimo motore installato sulla Peugeot GTi… Un bel simbolo che non avrà necessariamente portato fortuna in termini di affidabilità.. Avido di petrolio e soggetto anche a problemi con una catena di distribuzione che sbatte, questo monoblocco soffriva anche della sua pompa di iniezione. Questi problemi sono meno frequenti negli ultimi anni di esistenza ma prima del 2013, fai attenzione.

L’elenco di tutti i modelli Citroën interessati*

  • Citroën DS3 (150 canali, 155 canali, 165 canali, 208 canali)
  • Citroën C4 (140ch)
  • Citroen C4 Picasso (150ch, 155ch, 165ch)
  • Citroën DS4 (160 canali, 165 canali, 200 canali, 210 canali)
  • Citroen C5 (155 canali)
  • Citroën DS5 (155 canali, 165 canali, 200 canali, 210 canali)

*A quel tempo, la DS3 e la DS4 avevano dei galloni all’estremità della griglia perché la DS non era indipendente

L’elenco di tutti i modelli Peugeot interessati

  • Peugeot 207 (150 CV, 155 CV)
  • Peugeot 208 (165 CV, 200 CV)
  • Peugeot 308 (125 canali, 150 canali, 155 canali, 175 canali, 200 canali, 205 canali)
  • Peugeot 3008 (150 cv, 155 cv, 165 cv)
  • Peugeot 5008 (155 CV, 165 CV)
  • Peugeot RCZ (155 CV, 200 CV, 270 CV)

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}