Rahm e McIlroy in versione predatore prima dell’ultimo giro…

Con una carta identica di 65 (-7), Jon Rahm, unico leader a -15, e Rory McIlroy (foto), 4° a -12, questa domenica si impegneranno in una feroce battaglia per la vittoria in questa edizione 2022 del DP World Campionato di giro. Tre punti separano questi due campioni. Un distacco nel quale si sono infilati l’inglese Matthew Fitzpatrick (2° a -14) e lo svedese Alex Noren (3° a -13). 16° a -4, Romain Langasque proverà ad agguantare la top 10 finale…

Lionel VELLA, a Dubai

Questo è sicuramente il modo in cui riconosciamo i giocatori eccezionali. Capaci di alzare il proprio livello di gioco al momento giusto, nonostante condizioni di gioco difficili, in questo caso caldo intenso (oltre i 30 gradi) e un percorso reso ancora più temibile da questo vento incipiente all’inizio del pomeriggio qui a Dubai. All’ora esatta in cui sono partiti.

Consulta la classifica completa

11:55 locali (8:55 in Francia) per Rory McIlroy. 12:25 (9:25 in Francia) per Jon Rahm. Questi due campioni straordinari hanno firmato la stessa carta. Un impressionante 65 (-7), compreso un giro netto per lo spagnolo. Un’impresa importante dato il tempo difficile che gli permette di prendere il controllo a -15 di un torneo che chiaramente apprezza. Vincitore nel 2017, è arrivato 4° nel 2018 prima di vincere ancora nel 2019, regalandosi una doppietta quell’anno DP World Tour Championship-Gara.

« 65, non credo che avrei potuto sparare più in basso oggisoffia il basco. Sono riuscito a siglare qualche uccellino in situazioni non sempre favorevoli. Non ho centrato un solo fairway al par 5, ma sono comunque riuscito a giocare a -3. »

« Mi piace questo percorsolui continua. È esigente. Le previsioni del tempo di domani sembrano essere simili a quelle di oggi. Ho passato buone domeniche qui in passato. Spero solo di poter cancellare i miei errori oggi dal tee e ottenere un giro liscio come venerdì (66). »

Nel duro per 33 buche prima di una fine completamente folle del 2° round (birdie 16 e 17, eagle 18 per un 68 da altrove), Rory McIlroy ha anche dimostrato di essere uno dei migliori golfisti della sua generazione. Altrimenti il ​​migliore. Nonostante una partenza ancora fiacca (bogey 1 e 3, eagle a 2), il nordirlandese ha poi innescato il booster, sbattendo sette uccellini tra le buche 5 e 18. Un lavoro da orafo. 4° a -12, a pari merito con l’inglese Tyrrell Hattonvittima della giornata con il suo 72 (par), l’attuale numero 1 del mondo può ovviamente puntare alla vittoria qui sulla Earth Course (come nel 2012 e nel 2015) e vincere la sua 4a gara (ora DPWT Ranking) dopo 2012, 2014 e 2015.

« Una giornata come questa fa sentire benericonosce il britannico. Pensavo che le ultime tre buche di ieri potessero darmi una carica. E l’ho integrato oggi. Se spesso ho giocato bene qui (Ndr, 7 top 10 tra il 2009 e il 2021 oltre alle sue vittorie saltate nel 2017 e nel 2020), è che so come uscire dai punteggi bassi. Sta a me continuare a colpire i fairway e darmi opportunità sui green. »

N°1 del DP World Tour nel gioco delle proiezioni prima di un ultimo giro che si preannuncia grandioso, anche McIlroy può entrare nella leggenda dello svedese Henrik Stensonautore nel 2013 di un nuovo doppio PGA Tour-Tour europeo.

« Sarebbe meravigliosoconferma. Ho giocato molto, molto bene a golf tutto l’anno. Se riuscirò ad andare fino in fondo domani e ottenere comunque un buon punteggio, sarebbe un ottimo modo per concludere questa eccellente stagione… »

Tra queste due locomotive del golf europeo, protagoniste anche negli Stati Uniti, Matteo Fitzpatrick et Alex Noren proverà a resistere questa domenica a Dubai. Solo secondo a -14 grazie ad un cartellino di 70 (-2), l’inglese, leader da giovedì e già due volte vincitore di questa finale nel 2016 e nel 2020, è ancora in gara arrivare primi nella classifica europea.

Condividerà la partita finale (alle 12:00 ora locale) con Jon Rahm mentre Noren, 68 anni oggi, farà coppia con McIlroy dalle 11:50. Vincitore del Ryder Cup 2018 al Golf Nationallo scandinavo, 40 anni, esiliato nel PGA Tour e che non vince da quattro anni, rimane a due secondi posti nel DP World Tour: Campionato Barracuda 17 luglio e Campionato di collegamenti di Dunhill 2 ottobre. Attenzione, potenziale outsider!

È un corso che pompa molta energia. È difficile da segnare. Ma ho intenzione di cogliere l’occasione questa domenica!

Romano Langasco

Se i francesi non sono più preoccupati, ahimè, della vittoria, possono permettersi un buon ultimo giro, tanto per chiudere in bellezza questo esercizio 2021-22. Questo è il caso di Romano Langasco72 (par) questo sabato e 16 a -4 (212).

« Sono in attacco dall’inizio della settimana, ma il mio miglior punteggio è -3, quindi vorrei che andasse un po’ megliorespira. È un corso che pompa molta energia. È difficile da segnare. Ma ho intenzione di cogliere l’occasione questa domenica! »

Antoine Rozner ha sofferto il caldo

Stesso discorso o quasi per Vittorio Perez, che ha messo a segno un secondo 73 (+1) in due giorni. Il Tarbais è 26esimo a -1 (215). Sarà associato al norvegese Viktor Hovland (9:30 locali). ” Cercherò di concludere con una buona nota anche se il tutto rimane positivo per me “, ammonisce il miglior francese in classifica (24°).

Versare Antoine Rozner73 anche e che ha sofferto il caldo in questa giornata di Moving – ha chiamato un medico durante la sua partita – l’obiettivo sarà quello di completare finalmente un giro senza la minima frustrazione e di appendere questa famosa top 30 che lo qualificherebbe per L’Open di luglio 2023 al Royal Liverpool. 34esimo a +1, punta così al 36esimo posto in classifica.

« Sono rimasto molto indietrosi rammarica. Domani sarà una giornata molto importante. Non sarà fine a se stessa perché so che avrò tante altre possibilità di qualificarmi ma con una bella partita non si sa mai. »

Pavon: finalmente battendo la rotta!

Quanto a Matteo Pavoneche sabato hanno resistito alla pari partendo dal primo parziale (alle 8:30 con i cinesi Haotong Li), la missione principale sarà battere il percorso almeno una volta.

« Non appena sbaglio un colpo, faccio uno spauracchiolamenta il bordolese, 49esimo a +7. Sto lottando per salvare il mio par. Quindi, ecco qua, sto girando un po’ intorno al par e non posso giocare più in basso. Spero solo di battere il corso domani. So di avere il gioco per. »

La classifica

La classifica francese

Foto: ROSS KINNAIRD / GETTY IMAGES EUROPE / Getty Images via AFP

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *