• Home
  • rilevante per una Dacia Duster? I pro e i contro

rilevante per una Dacia Duster? I pro e i contro

0 comments

MG: l’ascesa al potere

MG… sì, questo significa qualcosa per me, non sarebbe un marchio televisivo? Se il “Morris Garage”, nome completo della griffe inglese, non è ancora sulla bocca di tutti, si sta gradualmente facendo strada nel PAF, ovvero nel panorama automobilistico francese. A fine novembre 2022, il costruttore aveva già venduto più di 10.000 auto in Francia e la sua rete, vicinissima a superare la soglia dei 150 distributori, non è più lillipuziana. Per continuare questo slancio, MG, passata sotto il controllo del gruppo cinese SAIC nel 2007 e tornata in Europa dal 2019, punta in particolare sui veicoli elettrici con la sua convincente MG4 (di cui qui trovate la prova) e sulla SUV ZS che recentemente è diventato un rivale della Dacia Duster. Ma ci guadagniamo?

Per la MG ZS, tutto è cambiato nel 2022

La MG ZS non è nuova alla gamma MG. È anche con lui, ma solo in 100% elettrico, che il marchio ha fatto il suo grande ritorno in Europa nel 2019. L’attacco frontale del Duster, questo SUV recentemente lanciato durante il suo restyling nella primavera del 2022. Oltre a un design rivisto e meno “Mazda-ien” ovvero l’adozione a bordo di materiali più qualitativi e un touch screen centrale più grande (10,1 pollici contro 8 prima), è soprattutto sotto il cofano che la situazione è cambiata.

Se non guardi troppo da vicino, l'interno della MG ZS fa una buona impressione.
Se non guardi troppo da vicino, l’interno della MG ZS fa una buona impressione.© M.G

Ormai disponibile anche qui con motori a combustione interna, la MG ZS è disponibile a partire da 17.990 euro., un prezzo degno di… Dacia. Ma come il Duster, che viene venduto principalmente al top di gamma, anche lo ZS piace ai clienti nella versione alta, che sostituisce il 1.5 atmosferico di base (106 CV) con un tre cilindri turbo da 111 CV di General Motors qui sotto processo. Iper accessoriata e venduta a 20.990 euro, super competitiva, basta questa ZS per far vacillare la star rumena?

Pro: una MG dalla forma più attraente e meglio equipaggiata

Lo stile, ve lo garantiamo, è una questione di soggettività. Ti faremo infatti ripartire i punti tra MG ZS e Dacia Duster. In contrasto, è innegabile che il SUV sino-inglese faccia un’impressione migliore del suo rivale rumeno quando apre la porta. Presenza di materiali morbidi, cuciture rosse e poggiatesta stampato con il logo del marchio di rivestimenti in similpelle che è una buona illusione, siamo lontani dagli stereotipi del low cost che peraltro sono, materiali duri a parte, abbastanza ben cancellati anche nella Dacia Duster. Tuttavia, non dovresti stare troppo attento nella MG ZS perché alcuni assemblaggi e plastiche tradiscono la volontà dell’economia. Contribuisce a fare bella figura anche la dotazione della ZS, ricca nella versione Luxury. Tettuccio apribile, chiave vivavoce, sedile guida con regolazione elettrica lato guida, non manca nulla, compreso lo schermo digitale da 7 pollici che sostituisce il misuratore ad ago fornito di serie.

Pro: la sua garanzia di sette anni

Un nuovo produttore, per di più cinese, può destare diffidenza. Anzi, anche se ormai è ingiustificato per molti prodotti come gli smartphone in particolare, il “Made in China” ne risente ancora a priori. Per sollevarli, MG può contare sulla sua rete di distribuzione che non ha più nulla di piccolo e su un altro argomento rubato a Kia. La MG ZS, infatti, è garantita 7 anni o 150.000 km rispetto ai 3 anni/100.000 km della Dacia Duster. Certo, leggendo nel dettaglio il contratto, questo “super paracadute” è accompagnato da molte condizioni che devono essere rigorosamente osservate, in particolare dal lato della manutenzione, ma è così ovunque.

Per: servizi meritevoli

Lungi dall’essere il miglior SUV sul mercato per ragioni che spiegheremo in dettaglio di seguito, la MG ZS non è necessariamente un’auto rara. Come ogni automobile moderna che si rispetti, la macchina è sicura con una buona manovrabilità e una frenata efficace (130 km/h stazionari in 66 metri, secondo le nostre misurazioni). Dal lato dei consumi non beve un buco (7,9 l/100 km di media rilevati dal nostro flussimetro) e infine offre prestazioni discrete.

La MG ZS è ora disponibile con due motori a combustione oltre a quello elettrico.
La MG ZS è ora disponibile con due motori a combustione oltre a quello elettrico.© M.G

Contro: un motore anestetizzato

Come la Duster nella versione base, la MG ZS dispone di un tre cilindri turbo al top di gamma. Se sulla carta i suoi 111 CV sembrano più che sufficienti, all’atto pratico non è così scontato. Molto cava ai bassi regimi, tanto che si ha l’impressione di avere a che fare con un vecchio meccanismo atmosferico, questo tre gambe manca soprattutto di tono appena si esce dalla città colpa di un cambio a sei marce che lo anestetizza. Troppo lunghe, le ultime due segnalazioni impongono doppie scalate obbligatorie per passare serenamente o partire da una corsia di accelerazione. Se la manovra fortunatamente non è dolorosa grazie ad un comando del cambio lento ma non impreciso, la MG ZS non regge, in questo campo, il confronto con la Dacia Duster che propone anche motorizzazioni più potenti (130 e 150 cv). Inoltre, se quest’ultima, con il suo motore base da 100 CV, non brilla neanche contro il tempo, offre un livello di divertimento molto superiore. Infine, se non è più sobrio (8 l/100 km in media), il tre cilindri del rumeno ha il vantaggio di poter funzionare anche a GPL, un vero vantaggio per controllare il budget alla pompa.

La Dacia Duster rimane una scommessa sicura, con buone caratteristiche a un prezzo contenuto.
La Dacia Duster rimane una scommessa sicura, con buone caratteristiche a un prezzo contenuto.© Dacia

Contro: servizi stradali datati

Se il nostro recente test della MG4 100% elettrica ci ha convinto dei numerosi progressi compiuti dai produttori cinesi in termini di piacere di guida, la MG ZS appartiene al mondo prima. Insieme a il suo sterzo appiccicoso e privo di precisione e le sue sospensioni flessibili che provocano movimenti generosi del corpo, questo SUV offre prestazioni arretrate rispetto a quelle di una più omogenea Duster. Inoltre, la posizione di guida della MG ZS non soddisferà tutti, colpa di un volante regolabile solo in altezza quando la rivale offre anche la regolazione in profondità.

Contro: meno spazio a bordo

Appena più corta della Dacia Duster (lunga 4,31 m o 3 cm in meno), la MG ZS ha un passo molto più corto (-9 cm o 2,58 m). Come diretta conseguenza offre meno spazio ai passeggeri posteriori anche se non stretti come in una scatoletta di sardine. Il più grande perdente nel caso è il bagagliaio, con secondo le nostre misurazioni, un volume molto inferiore sia con il copribagagli (200 dm3 contro 390 in rumeno) sia senza tener conto dello spazio sotto il pavimento (420 contro 640 dm3).

Il bagagliaio della MG ZS è deludente: abbiamo misurato solo 200 dm3 sotto lo scaffale.
Il bagagliaio della MG ZS è deludente: abbiamo misurato solo 200 dm3 sotto lo scaffale.© M.G

Risultati del test termico MG ZS

A parte la sua garanzia più lunga e una presentazione degli interni che crea un’illusione, la MG ZS non ha davvero altri argomenti da addurre per essere preferita alla referenza Duster. Ma come vediamo ad ogni angolo di strada quest’ultima, appena rivisitata da poco, qualcuno potrebbe ancora lasciarsi tentare dalla carta dell’originalità.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}