Route du Rhum: cosa ricordare dal terzo giorno – Route du Rhum



Route du Rhum – Destinazione Guadalupa

Il fatto del giorno

Venerdì ci sono stati quattro nuovi pensionamenti: Laurent Camprubi (Glaces Romanes / Class40), Damien Seguin (Apcicil/Imoca), Martin Louchart (Randstad-Ausy/Class40) e Geoffrey Mataczynski (Fortissimo/Class40). Dall’inizio della gara, otto skipper hanno già gettato la spugna.


sentenza del giorno

“Abbiamo fatto una specie di ricorso al VAR (assistenza video all’arbitrato). Ho fischiato una penalità e non c’è stata alcuna penalità anche se nemmeno la penalità è stata inflitta”, spiega il presidente del comitato di regata Jean Coadou come è arrivato alla decisione di rinunciare alla penalità di Charles. Caudrélier. [Notre article]


Ultimate: collo e collo Caudrelier e Gabart

Carlo Caudrelierchi ha visto la sua penalità di quattro ore è stata revocataè ancora in testa alla flotta ma Francois Gabart lo segue molto da vicino. Terzo, Thomas Coville rimane anche in agguato. Armel Le Cleach’h è a Lorient da giovedì sera. Capitano di Saint-Politain spero ancora di poter tornare a Pointe-à-Pitre per completare questa Route du Rhum 2022.

Il punteggio (17:03): 1. Charles Caudrelier (Edmond de Rothschild) a 2688.9 nm dal traguardo; 2. F. Gabart (SVR-Lazartigue) 8.2 nm dal leader; 3. T. Coville (Sodebo) a 25,7 nm; 4. F. Joyon (Idec Sport) a 165,2 nm; 5. Y. Le Blevec (effettivo) a 182,9 nm; 6. A. Le Vaillant (Meglio) a 258,9 nm; 7. R. Pilliard (Use it Again di Extia) a 673,2 nm; 8. A. Le Cléac’h (Banque Populaire XI) a 771,2 nm (ferma a Lorient).


Imoca: Charlie Dalin scappa

Charlie Dallin (Apivia), grande favorito di questa Route du Rhum in Imocaha superato Cape Finisterre in testa e sembra già sfuggire alle dirette avversarie. Luigi Ducal’unico skipper ad aver scelto l’opzione Nord, sta ricadendo in classifica.

Il punteggio (17:03): 1. Charlie Dalin (Apivia) a 2.990,8 miglia dal traguardo; 2. A. Boissières (La Mie Câline) a 32,5 nm; 3. G. Saldato (Freelance.com) a 44,1 nm; 4. B. Dutreux (ambiente Guyot – Water Family) a 59,7 nm; 5. T. Ruyant (LinkedOut) a 65,9 nm; 6. L. Burton (Bureau Vallée) a 68,3 miglia nautiche; 7. J. Beyou (Charal) a 70,7 nm; 8. Louis Duc (Fives – Lantana) a 70,8 nm; 9. K. Escoffier (Holcim – PRB) a 73,2 nm; 10. A. Cornic (HUMAN Immobilier) a 81,6 nm.


Ocean Fifty: Quentin Vlamynck seguito da Thibaut Vauchel-Camus

In Oceano Cinquanta, Quentin Vlamynck è ancora in testa dopo Cape Finisterre ma Thibaut Vauchel Camus si avvicina pericolosamente. In generale, la flotta è molto stretta e rimane persino in contatto con Ultimo. I primi quattro Ocean Fifty sono addirittura leggermente in vantaggio Artù il Valoroso.

Il punteggio (17:03): 1. Quentin Vlamynck (Arkema) 2893 nm dal traguardo; 2. T. Vauchel-Camus (Solidarity in Peloton – ARSEP) a 3,8 nm; 3. A. Tripon (Les P’tits Doudous) a 31,1 nm; 4. E. Le Roux (Koesio) a 45,3 nm; 5. S. Rogues (Primonial) a 55,3 nm; 6. E. Péron (Komilfo) a 70,9 nm; 7. G. Lamiré (GCA Group – 1001 sorrisi) a 235,4 nm.


Classe 40: ancora stretto

I quattro primi Classe40 sostare a meno di 10 miglia. Corentin Douguet ha preso il comando ma Ian Lipinski è molto vicino. Nonostante le quattro ore di penalità, il detentore del titolo di categoria Yoann Richomme è anche ancora in corsa.

Il punteggio (17:03): 1. C. Douguet (Queguiner – Innoveo) a 3.110,5 nm dal traguardo; 2. I. Lipinski (Crédit Mutuel) a 3,5 nm; 3. L. Berry (Lamotte – Creation Module) a 7,7 nm; 4. X. Macario (Gruppo SNEF) a 9,3 nm; 5. A. Beccaria (Allagrande Pirelli) a 11,7 nm; 6. Alex Mehran (Polka Dot) a 12,4 nm; 7. M. Lepesqueux (Curium Life Forward) a 13 nm; 8. A. Bona (IBSA) a 15,1 nm; 9. Sig. Perraut (Inter Invest) a 15,4 nm; Y. Richomme (Paprec Arkéa) a 15,8 nm.

Tutte le ultime notizie dalla Route du Rhum

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *