Route du Rhum: nel bel mezzo di una festa, l’incidente porta via due appassionati di vela – Route du Rhum



Route du Rhum – Destinazione Guadalupa

Doveva essere una grande festa come lo sono da 44 anni gli arrivi della Route du Rhum, un’occasione per salutare le performance di velisti eccezionali… Doveva, ma non è andata come previsto. Era buio, come spesso quando arriva il Rhum, il mare non era affatto male, si vedeva anche un po’ con questa mezza pipa. Certo, c’erano molte persone in mare ad accogliere Charles Caudrelier, il primo velista solitario ad arrivare nella baia di Pointe-à-Pitre con la sua Ultime, ma tutto era sotto controllo.

Feste annullate

Tuttavia, pochi minuti prima dell’arrivo del vincitore di questa 12a edizione, a circa un miglio (1,8 km), una star vip, con undici persone a bordo, si è voltata. Due persone sono morte dopo aver subito un arresto cardiorespiratorio: si tratta di Alex Picot, project manager di OC Sport, responsabile dell’Arkea Ultim Challenge 2023 e del Solitaire du Figaro, e François Naveilhan, responsabile commerciale e partnership di OC Sport.

Tornati a terra, la terribile notizia si è diffusa come una brutta folata, danneggiando l’atmosfera del pontile, del villaggio e della sala stampa. Charles Caudrelier ha ricevuto un’accoglienza degna della sua interpretazione, ma al MémorialActe il cuore e la magia erano spariti.

Gli organizzatori, profondamente contriti, in accordo con la Regione della Guadalupa ei vari partner, hanno deciso di annullare i festeggiamenti della giornata. Sui maxischermi è stato scritto un messaggio: “A seguito dell’incidente avvenuto questo mercoledì 16 novembre in mare e per rispetto delle famiglie, tutte le manifestazioni di oggi sono rinviate”.

Un’inchiesta aperta

Aperta un’inchiesta giudiziaria per omicidio colposo. “L’ipotesi di una collisione con un’altra nave sembra, in questa fase, poter essere esclusa, anche se tutte le ipotesi continuano a essere verificate, vista la presenza in acqua di un numero molto elevato di imbarcazioni”, ha spiegato Patrick Desjardins , pubblico ministero di Pointe-à-Pitre.

Secondo il sito Guadeloupe La 1re, potrebbe trattarsi di una traversata ad alta velocità, notturna, tra due motoscafi, che avrebbe portato al ribaltamento di uno di essi. Due persone purtroppo sono rimaste intrappolate sotto lo scafo della barca. Sono state impiegate risorse significative per salvare tutti i passeggeri che sono stati rapidamente soccorsi. All’interno dell’organizzazione è stata istituita un’unità di sostegno psicologico.

Caudrelier “sotto shock”

Alla tragedia nota, il mondo delle regate oceaniche non ha tardato a reagire, a cominciare dal vincitore della regata transatlantica, il sudfinisteriano Charles Caudrelier: “È una tragedia. Sono un po’ sotto shock, l’atmosfera è rovinata.

Ancora in mare sul suo maxi-trimarano, anche Arthur Le Vaillant ha espresso la sua tristezza: “Sono estremamente addolorato nell’apprendere della tragica scomparsa di Alex Picot e François Naveilhan, due grandi professionisti che conosco bene e che ho incrociato spesso sui pontili ”.

Alex Picot, 38 anni, era noto a tutti i velisti, in particolare ai velisti di Figaro, da quando aveva navigato la grande classica dell’estate. Affettuosamente, alcuni lo soprannominarono lo “scalzo”, lui che odiava le scarpe quanto i calzini. Laureato a Sciences Po Lyon, Alex era quello che si passava costantemente la mano sui capelli che non aveva, amava twittare su tutto ciò che andava sull’acqua e andava avanti con la sola forza del vento. Ci è piaciuto quello che sui social ha definito il “Point Picot”.

François Naveilhan, 35 anni, era un appassionato di sport con un curriculum lungo quanto un giorno senza vento: titolare di un master in giurisprudenza, economia e management specializzato in gestione dello sport e di una laurea in economia aziendale, aveva lavorato in particolare per Lagardère Sports e Ironman Francia. Questo Vannetais è entrato a far parte di OC Sport Pen Duick nell’aprile 2020 come sviluppatore aziendale prima di essere nominato responsabile delle vendite e delle partnership nel novembre 2021.

Alex e François erano padri di due bambini piccoli.

Mercoledì, gli spruzzi della Route du Rhum avevano un sapore malvagio di lacrime.

Tutti i dipendenti di Groupe Télégramme, società madre di OC Sport-Pen Duick, inviano le loro più sincere condoglianze e pensieri tristi alle famiglie e ai cari di Alex e François.

Tutte le ultime notizie dalla Route du Rhum

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *