• Home
  • Rugby Union – Top 14: senza Tristan Tedder, cosa fare per l’USAP?

Rugby Union – Top 14: senza Tristan Tedder, cosa fare per l’USAP?

0 comments

Dopo il K.-O. del suo miglior giocatore contro il Montpellier, USAP sarà privato di Tristan Tedder per diverse partite. Dovremo quindi trovare altre soluzioni nell’animazione del gioco catalano.

Manca un essere e tutto si spopola. Uscito al terzo minuto di gioco venerdì scorso durante la trasferta dell’USAP a Montpellier (38-10), Tristan Tedder ha potuto lasciare l’ospedale la notte dopo la partita, dopo le visite di controllo. Ma vittima di un K.-O., completamente spento sul prato, sarà assente per un po’.

La commozione cerebrale “serio e provato”, secondo i termini fissati dal protocollo mondiale di rugby, il fantasista del Perpignan dovrà seguire un iter di recupero ben preciso. Se ha potuto trascorrere le vacanze con la sua famiglia, il giocatore ha avuto ancora mal di testa questo fine settimana e, soprattutto, ha avuto molti dolori. Classico in questo tipo di situazioni. Qualunque cosa accada, questa settimana ha diversi appuntamenti con un neurologo. Dopo sette giorni di riposo obbligatorio, potrà riprendere ad allenarsi la prossima settimana, se non avverte più alcun sintomo.

Leggi anche:
Rugby Union – Top 14: a Montpellier, l’USAP raffreddato dall’inizio dal KO di Tristan Tedder

Questo recupero, che dovrà avvenire sotto la supervisione di un medico, avverrà per livelli. Prima corsa lenta, poi corsa, allenamento senza contatto, infine condizioni classiche. Questo significa che Tedder, oltre a saltare il ricevimento di La Rochelle sabato prossimo (alle 17 allo stadio Aimé-Giral), non dovrebbe essere a Clermont neanche il 7 gennaio. Ed è improbabile che lo staff si prenda il rischio di farlo giocare in Challenge Cup dopo contro Glasgow e Bristol. Dovremmo quindi trovarlo non prima del 28 gennaio per il ricevimento dello Stade Français.

Questa assenza è necessariamente importante per l’USAP. Perché Tristan Tedder, che giochi in apertura o in difesa, è fondamentale nel sistema di gioco USAP. Ha giocato 12 delle 13 partite della Top 14, ha iniziato 11 partite, è il miglior marcatore di tentativi (4) e il miglior marcatore (107 punti) del Perpignan in questa stagione. Quindi in sua assenza, cosa fare? Diverse opzioni sono disponibili per il personale.

Continuità: McIntyre in 10, Dubois in 15

Questa è l’opzione favorita a Montpellier quando Tedder se ne andò. Lucas Dubois ha fatto un ingresso piuttosto convincente, in una gara non facile. È stato uno dei pochi catalani a dettare il ritmo. Avrebbe potuto anche segnare in una delle poche occasioni in cui i catalani sono riusciti a sfondare la difesa del Montpellier nel primo tempo. Soprattutto, dopo un inizio di stagione nella media, è stato meglio per qualche partita. Oltre alla sua buona prestazione all’Hérault, è stato anche uno dei migliori contro il Bristol e ha fatto un buon inizio contro il Glasgow. Unico dubbio, la sua capacità di dare aria ai suoi ai piedi. A Montpellier è stato complicato. Contro La Rochelle, dove l’USAP potrebbe soffrire, dovremo arrivarci.

Anche lasciare aperto Jake McIntyre sembra coerente. Anche lui ha avuto un inizio di stagione difficile. Ma dopo questa fase di adattamento è riuscito, grazie a un nuovo schema di gioco, con Tedder in 15, a ritrovare il suo ritmo. È stato in ottima forma nelle ultime settimane. Ha segnato contro il Glasgow e contro il Montpellier, ogni volta in situazioni simili, battendo diversi avversari in un piccolo intervallo davanti alla linea. Adora questo tipo di situazioni e suonare l’apertura è il posto migliore per provocarle.

Integrazione: Crossdale nel 15

Non torniamo sul caso McIntyre, che sarà, comunque vada, nel XV titolare contro La Rochelle. Senza Tedder, è lui che dovrà inciampare. Lo staff può scegliere di spostare sulla fascia Lucas Dubois, che forse ha più certezze difensive rispetto a Tilsley. In tal caso, ora sarebbe un buon momento per scegliere Ali Crossdale. L’inglese arrivato dai Wasps a novembre non ha ancora convinto del tutto. Ha giocato contro il Tolosa nella Top 14 e contro il Bristol nel Challenge. Ogni volta, ha cercato di raccogliere il più possibile a mano. È il suo profilo e l’USAP lo ha preso alla ricerca di un “fattore X”. Mancano ancora investimenti nel gruppo. Forse è il momento di parlare.

Leggi anche:
USAP – L’occhio dell’esperto, Guilhem Guirado: “Babbo Natale non è stato molto generoso”

Il piede: Goutard in 15

Dopo Tedder e Dubois, ne ha giocate 15 in più in questa stagione. Boris Goutard era spesso soddisfatto di frammenti di partite o incontri su cui si svolgeva l’USAP. Ma, per il suo primo anno a questo livello (viene dalla Pro D2), ha resistito in tempi non sempre facili. Se gli manca l’esperienza, Goutard ha un certo vantaggio tecnico: il suo piede. È in grado di schiarirsi lontano. Riuscire a guadagnare 40 o 50 metri a piedi non è trascurabile e sarà senza dubbio una delle chiavi per tenere duro contro La Rochelle.

La rivoluzione: Ecochard in 10, McIntyre in 15

A Montpellier l’USAP ha chiuso con una cerniera composta da Sadek Deghmache in mischia e Tom Ecochard in apertura. Una scelta imposta dopo l’uscita su commozione protocollare di McIntyre. L’opzione di riassociarli alla cerniera potrebbe stuzzicare il personale. Deghmache è in buona forma. Ha moltiplicato le buone prestazioni in assenza di Ecochard, squalificato. Ecochard, ha fatto un buon ingresso a Montpellier. In partita è rassicurante e la sua esperienza è importante per il gruppo. Ne ha già giocate 10. Può dare una mano in questa posizione, anche se vederlo partire lì non è per forza naturale. Ma in difesa, questa associazione ha anche dei vantaggi.

Ciò significherebbe che McIntyre si ribalterebbe sul retro. È anche un ruolo che conosce bene, anche se all’USAP ci ha giocato poco. Lì, la sua breve lunghezza ai piedi sembra un problema. Ma è forse quello che, in questa posizione, presenta, a parte Dubois (che sarebbe prezioso anche sulla fascia), presenta più garanzie in difesa.

Leggi anche:
Rugby Union – Top 14: USAP Black Friday

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}