• Home
  • Rugby Union – USAP: contro le nazionali del Bordeaux, la difesa catalana ha primeggiato

Rugby Union – USAP: contro le nazionali del Bordeaux, la difesa catalana ha primeggiato

0 comments

Contro un Union Bordeaux-Bègles composto da diverse nazionali nella sua linea di tre quarti, l’USAP ha avuto una grande sfida da raccogliere. E lo ha fatto brillantemente, segnando tre mete ben costruite (vittoria per 23-20).

Lucu, Jalibert, Tambwe, Moefana, Cordero, Buros… Sabato l’USAP ha affrontato una delle migliori retrovie del campionato. E allora ? Nemmeno paura. Anche dopo i primi 25 minuti a senso unico (3-14) dove Matthieu Jalibert ha messo in miseria la difesa catalana. La back line dell’USAP ha mostrato che anch’essa disponeva di risorse. Ribellatosi e rallegrato dopo il trittico con Tonga, il centravanti Afusipa Taumoepeau permette all’USAP di recuperare velocemente il punteggio (10-14, 29e). Yoram Moefana, centro della nazionale francese, è assente per infortunio. Tre quarti catalani hanno preso il sopravvento psicologico. E lo manterrà fino alla fine.

Tedder, sempre lui

Quasi silenzioso ad inizio stagione, l’attacco catalano sta prendendo slancio ormai da tempo. In tre partite, l’USAP ha segnato otto mete. È quanto… nei primi otto giochi. A riprova della ritrovata efficienza del gioco offensivo dei catalani. Il riposizionamento di Tristan Tedder in fondo c’è, del resto, non per niente. Sabato, il sudafricano ha segnato la sua terza meta in tre partite, dove ha segnato 46 punti. Prendendo la partita a suo piacimento, libera Jake McIntyre che si impone in numero 10. Attorno a loro, anche Jerónimo de la Fuente porta tutta la sua serenità. Il centro argentino, reduce da tre partite in nazionale con i Pumas, ha messo a segno una delle sue migliori prestazioni della stagione. Sempre altrettanto forte in difesa, molto attivo con la palla in mano e vicinissimo a segnare la meta che avrebbe permesso all’USAP di passare (63e). Si trattava solo di un rinvio visto che ci ha pensato George Tilsley, idealmente servito da Tedder, otto minuti dopo. Il neozelandese, impiegato in 12 dall’inizio della stagione, si è posizionato sulla fascia per la prima volta dal 19 febbraio e dalla trasferta di Tolone. E in linea con le sue ultime uscite, “Georgy” ha vinto il duello contro il suo vis-à-vis, che altri non era che Madosh Tambwe, la bomba sudafricana con 5 mete segnate. Alla scadenza del contratto il prossimo giugno, Tilsley non sa ancora se verrà trattenuto dall’USAP. Ma, in ogni caso, dà sempre il meglio di sé. È il caso anche di Mathieu Acebes, che comunque è sembrato un po’ sotto ai compagni in difesa, ma che ha comunque la sua importanza sul campo, nel ruolo di vero veleno per l’avversario.

Deghmache conferma

In mischia Sadek Deghmache conferma il rinnovo. Il mediano di mischia catalano ha giocato 80 minuti contro l’UBB, senza nemmeno dare la possibilità a Matteo Rodor di entrare. Prova della forma attuale di Cérétan. Nel momento migliore. Tra il suo infortunio alla spalla e la sua attuale squalifica (per un brutto contrasto sul Lyonnais Davit Niniashvili), Tom Ecochard ha giocato solo 80 minuti in due mesi. Il personale usapiste doveva preoccuparsi poiché né Deghmache né Rodor sembravano avere la stoffa per un detentore. Ma Sadek Deghmache è stato in grado di dimostrare il contrario.

Sabato contro il Bordeaux, il numero 9, ma costantemente sotto pressione dai Girondini, ha battuto 4 difensori, fornito 1 assist per Taumoepeau, ma, soprattutto, è arrivato miglior placcatore catalano con 11 contrasti riusciti. Raro per un mediano di mischia, ma mostra il suo investimento e il suo carattere. Senza dimenticare, ovviamente, Alivereti Duguivalu, Ali Crossdale e Lucas Dubois, la trequarti usapista ha riserva. Tanto meglio, sarà necessario per il complicato inverno che si profila.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}