• Home
  • Rugby XV – Federal 2: il presidente del Leucate, Joël Castany si infuria

Rugby XV – Federal 2: il presidente del Leucate, Joël Castany si infuria

0 comments

“Uno spostamento da incubo”. Così reagisce il presidente di Leucate, Joël Castany, dopo la logica sconfitta del suo popolo a Gaillac domenica. Al di là della sconfitta, il presidente castiga l’arbitrato e la pioggia di cartellini (cinque gialli e tre rossi) caduti domenica sulla testa delle sue riserve e prima squadra.

Joël Castany raramente alza il telefono per non dire niente. Questo lunedì, però, aveva molto a cuore. Domenica, Leucate ha perso contro Gaillac, 36 a 19, “una logica sconfitta”, Egli ha detto. In questa partita contro la capolista, lo Sporting ha registrato tre cartellini rossi, di cui due nella ripresa, quando era in vantaggio all’intervallo per 19 a 12. Poco prima, anche la squadra riserve aveva perso, di poco, di un punto, 33 a 32 , con due cartellini gialli negli ultimi dieci minuti, in particolare.

Al telefono vuole dunque il presidente dello Sporting “mettere le cose nel contesto” perché, dice, “Non possiamo permettere che si dica niente. Voglio ripristinare la verità. Non può esserci un solo responsabile. Non possiamo avere una squadra di 12 e un’altra di 15. Quando ci scambiamo colpi, in generale, li scambiamo in coppia, gli arbitri fanno quello che possono ma abbiamo avuto un’accoglienza particolarmente aggressiva e non capiamo perché”.

Prima della partita delle prime squadre, già, la tensione era quindi salita di una tacca: “In Federal B, dopo una magnifica partita, lo Sporting è stato privato della vittoria per 33-32 negli ultimi minuti dopo essere stato ridotto a 13 da decisioni di cartellino giallo totalmente stravaganti (contro Kobauri e Arnaud, al 70° e 72° minuto, ndr), spiega Joel Castany. È ingiusto e ripetitivo per la squadra B perché mandiamo un arbitro locale che spesso ha avuto difficoltà a dare un senso alle cose e anche questa volta è stato così”.

Che interesse ha Leucate a far degenerare il match quando è in vantaggio?

I Maritimes poi trovano “un clima abbastanza deleterio” quando le due squadre di bandiera entrano nel prato dello stadio Bernard Laporte. Joël Castany, che non era presente a Gaillac, ma il cui telefono si è surriscaldato parecchio nelle ultime ore, racconta: “La partita sta iniziando, ovviamente non c’è paragone tra Leucate e Gaillac, tra una squadra che ha dichiarato ambizioni e l’altra che è in transizione. Ok, molto bene. Il Leucate non sta giocando male, forse anche bene, e c’è uno scontro generale nel primo tempo che regala un cartellino rosso da entrambe le parti.No comment.Questo purtroppo è spesso il destino di una partita di rugby.Arriva l’intervallo.Leucate conduce 19 a 12.Nella ripresa c’è ovviamente una volontà di rivolta da parte di Gaillac, accompagnata da gesti riprovevoli, grida, insomma.Ci sono reazioni inopportune, sicuramente da parte dei giocatori di Leucate, ma io le chiamo reazioni, e in nessun caso azioni.Leucate poi raccoglie un cartellino giallo e due cartellini rossi nel secondo tempo, per nessun rigore, assolutamente nessun rigore, contro Gaillac!Pongo la domanda.Che interesse ha Leucate a far degenerare una partita quando è in vantaggio? chiede Joël Castany, che castiga “un sistema dipendente. L’arbitro (Florian Estève, ndr) ci aveva già arbitrato al Gruissan e aveva già preso di mira due nostri giocatori”. Il termine : “Gaillac non aveva bisogno di quello, primo del gruppo, armato fino ai denti per salire al livello successivo”.

Joël Castany ha poche illusioni sul futuro passaggio del suo club davanti alla commissione disciplinare: “Sicuramente caricheremo. Difenderò i miei giocatori. Ci siamo sempre confrontati, continueremo, sicuramente in difficoltà ma con tenacia. La trasferta di domenica a Lunel sarà difficile perché la nostra rosa è molto debole”. I festeggiamenti di fine anno faranno bene a Leucate.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}