Senza Giannis Antetokounmpo, i Bucks restano invincibili!

Pacchetto per questo schiena contro schiena, perché colpito al ginocchio, probabilmente Giannis Antetokounmpo ha dovuto apprezzare quanto visto ieri sera dai compagni di squadra, in sua assenza. Infatti, guidato in particolare da Brook Lopez (25 punti), Bobby Porti (12 punti, 21 rebond), Grayson Allen (19 punti) o Jevon Carter (18 punti), il Dollari ha fornito l’essenziale e ha svolto il lavoro contro il Tuono (108-94).

Così, spinti dall’ottimo secondo quarto, i giocatori di Mike Budenholzer hanno anche vinto la nona vittoria stagionale, in nove partite. È che quasi dimentichiamo che suonano ancora senza Khris Middleton, Pat Connaughton o persino Joe Ingles…

COSA DEVI RICORDARE

È bastata una spinta. Se i Bucks hanno vinto per dieci punti, essendo stati in vantaggio per tutto il secondo periodo, è stato soprattutto grazie al loro secondo quarto autoritario e controllato, dove hanno inflitto un 33-19 ai Thunder. Spinti da Brook Lopez, Grayson Allen o persino Jordan Nwora, i giocatori del Wisconsin non sono andati in mare e hanno eliminato i loro avversari su ciascun lato del campo. Nel complesso, erano solo un gradino sopra, se non diversi, e gli uomini di Mark Daigneault non hanno mai saputo come riprendersi in seguito.

Milwaukee, ricevuto il 9/9. Anche privati ​​di Giannis Antetokounmpo, non possiamo fermare questi Bucks, ancora imbattuti in questa stagione e ora sul 9-0. Per il piccolo aneddoto, si noti che questa è solo la 21esima volta nella storia che una squadra inizia una campagna con nove vittorie consecutive e questo non si vedeva in campionato dai Warriors, nel 2015/16: 24-0 ad iniziare il esercizio, il record sempre. Basti pensare che gli uomini di Mike Budenholzer hanno ancora molto da vedere prima di pensare di detronizzarli…

TOP/FLOPS

La coppia Portis/Lopez. Dominando il rimbalzo (55 a 38, di cui 18 offensivi), i Bucks hanno fatto un cantiere nel racket, grazie a Bobby Portis e Brook Lopez. Complementari, hanno camminato sugli interni del Tuono, incapaci di opporsi alla loro durezza per recuperare palloni o difendersi correttamente su di essi e alla loro capacità di attingere da lontano. Una vera carneficina, mentre Giannis Antetokounmpo non era nemmeno presente per unirsi anche lui alla festa…

Il duo Allen/Carter. I cecchini Bucks hanno fatto una buona impressione ieri sera, combinando insieme un bel 10/15 a 3 punti (per 37 punti). Usato dalla panchina, dopo aver iniziato le prime otto partite della sua squadra, Grayson Allen ha dato fuoco soprattutto nel primo tempo, appena entrato in gioco, per rimettere in carreggiata Milwaukee. Quanto a Jevon Carter, lo abbiamo visto spiccare nel terzo quarto, per permettere ai Bucks di non far tornare i Thunder a segnare. Un tandem di fuoco.

Ousmane Dieng. Sorprendentemente, è stato il francese ad essere il più importante dalla parte dei Thunder, in questa disfatta collettiva. Nei suoi 22 minuti di gioco ha contribuito in tutte le aree (8 punti, 4 rimbalzi, 5 assist), ha dimostrato successo nel tiro (3/4 ai tiri, di cui 2/2 a 3 punti) e ha offerto buone cose in difesa , in sequenza. A riprova della sua influenza positiva sull’OKC, anche l’undicesima scelta dell’ultimo Draft si è conclusa con il miglior +/- della sua squadra: +11.

Fine del primo tempo di OKC. Ancora in contatto a quattro minuti e mezzo dall’intervallo (50-47), i Thunder sono poi affondati a causa della loro goffaggine (33%, di cui il 29% ai 3 punti in questo quarto) e della loro incapacità di evitare falli o prevenire i Bucks dall’andare sulla linea di tiro libero. Non aiutati nemmeno dalle poche perdite di palla e dall’impatto di Serge Ibaka, Grayson Allen o Jordan Nwora, i compagni di squadra di Shai Gilgeous-Alexander hanno perso la partita in questo preciso momento, sinonimo di un parziale di 17-6 per Milwaukee.

Marjon Beauchamp. Ovviamente, il rookie dei Bucks non dimenticherà presto il primo incarico della sua giovane carriera. La sua prestazione, invece, non sarà ricordata perché, nonostante tutta la sua buona volontà, ha chiuso la partita venendo escluso per sei colpe, con solo 2 punti in 25 minuti. Mai nel ritmo in attacco (1/9 ai tiri, compreso 0/6 ai 3 punti…) e troppo ingenuo in difesa, la 24a scelta dell’ultimo Draft ha semplicemente sbagliato tutto quello che ha intrapreso questa notte. Un match chiaramente da dimenticare, dunque.

IL SEGUENTE

Milwaukee (9-0) : viaggio ad Atlanta, la notte dal lunedì al martedì (02:15).

Oklahoma City (4-5) : viaggio a Detroit, la notte dal lunedì al martedì (01:30).

Milwaukee / 108 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF o D T Pd Fte int Bp ct +/- Pt val
B. Portis 29 15/5 2/5 0/0 4 17 21 2 0 0 1 0 +12 12 24
B. Lopez 24 16/10 4/9 1/1 2 1 3 1 3 1 3 1 +13 25 22
J. Vacanze 29 3/10 0/3 4/4 4 2 6 13 0 1 3 0 +8 10 20
J Carter 31 6/12 5/9 1/1 0 2 2 0 2 1 2 1 -2 18 14
M. Beauchamp 25 1/9 0/6 0/0 3 2 5 0 6 1 2 0 +12 2 -2
S. Ibaka 24 2/5 0/2 4/4 1 5 6 2 2 0 2 2 +1 8 13
T. Antetokounmpo 1 0/0 0/0 0/0 0 1 1 0 0 0 0 1 0 0 2
J. Nwora 22 4/10 1/5 3/3 0 3 3 1 0 2 0 0 -1 12 12
G. Hill 21 1/2 0/0 0/2 0 2 2 2 3 0 3 0 +17 2 0
W. Matthews 13 0/3 0/2 0/0 4 1 5 1 0 0 0 0 +2 0 3
G. Allen 21 6/8 5/6 2/2 0 1 1 1 0 2 2 1 +8 19 20
Totale 38/90 17/47 15/17 18 37 55 23 16 7 18 6 108 127
Oklahoma City / 94 Colpi Rimbalza
Giocatori min Colpi 3pt LF o D T Pd Fte int Bp ct +/- Pt val
J. Robinson-Earl 18 5/7 2/4 0/0 2 1 3 1 1 0 1 1 -15 12 14
L. Dort 24 1/5 0/2 1/2 0 4 4 7 2 1 2 0 -16 3 8
M. Muscala 17 3/8 1/6 2/4 0 5 5 0 1 0 1 0 -5 9 6
S. Gilgeous-Alexander 32 7/16 0/1 4/5 0 1 1 3 3 1 2 1 -19 18 12
J. Giddey 26 6/14 2/3 1/1 1 5 6 2 1 0 4 0 -12 15 11
D. Bazley 19 3/7 2/4 0/0 3 2 5 2 1 2 0 1 0 8 14
E. Omoruyi 3 0/2 0/0 0/0 0 0 0 0 0 0 0 0 -5 0 -2
Jay. Williams 5 1/3 0/1 0/0 1 0 1 0 0 1 0 0 +5 2 2
Jal. Williams 20 2/6 1/3 0/0 0 5 5 1 2 0 0 0 -16 5 7
O. Dieng 22 3/4 2/3 0/0 1 3 4 5 0 0 0 0 +11 8 16
K. Williams 17 1/3 0/2 1/2 1 2 3 1 3 1 0 0 +4 3 5
T. Mann 14 1/3 0/2 1/2 0 0 0 0 1 0 2 0 -11 3 -2
Io. Joe 15 3/6 2/4 0/0 0 1 1 0 0 0 0 0 +8 8 6
A. Wiggins 9 0/0 0/0 0/0 0 0 0 0 3 0 3 0 +1 0 -3
Totale 36/84 35/12 16/10 9 29 38 22 18 6 15 3 94 94

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *