Sesta vittoria del Tour per Fleetwood, la prima da novembre 2019

Come nel 2019 su questo stesso Gary Player Country Club, Tommy Fleetwood è arrivato in rimonta vincendo con un’ultima carta di 67 (-5) e un punteggio finale di -11 (277). L’inglese, che ha firmato la sua sesta vittoria qui al Tour, ha un punto di vantaggio sul neozelandese Ryan Fox, dieci top 10 quest’anno nel DP World Tour di cui due vittorie. 29° a -1 (287), Romain Langasque strappa il biglietto per Dubai la prossima settimana. L’azzurro, 50° in classifica, accompagna Victor Perez, Antoine Rozner e Matthieu Pavon al DP World Tour Championship!

LV

Tommy Fleetwood, 31 anni, ha molte idee. Quando ha vinto il 17 novembre 2019 in questo stesso Sfida di golf di Nedbank, l’inglese era indietro di sei colpi in testa all’inizio del 4° giro. Quella domenica mattina ce n’erano solo tre, solo. Più che sufficiente per aggiungere una sesta riga al suo glorioso record. Il primo da questa vittoria in Sud Africa quasi tre anni fa ad oggi.

Vedi la classifica completa

La lunga interruzione del gioco (3h20) a causa dei temporali ha chiaramente avvantaggiato il vincitore del Ryder Cup 2018 nazionale di golf. Ha così approfittato dell’affondamento collettivo (+12 cumulativamente) dell’ultima parte composta dal danese Rasmus Hojgaarddal belga Tommaso Detry e sudafricano Grazia ardente per avvicinarsi alla vetta della classifica.

Prima di stabilirvisi dopo aver realizzato un’aquila monumentale sul par 5 del 14°, un’antologia esce dall’area sabbiosa posta a sinistra del green direttamente nella buca. Co-leader a -11 con il neozelandese Ryan Fox e l’indiano Shubhankar Sharma all’inizio del 15, il britannico ha poi stretto il gioco aspettando l’errore dei suoi principali avversari.

Una strategia pagante visto che Sharma ha concesso due spauracchi al 16° e al 17° mentre Fox, più tenace, è andato in crack solo sul green del 18° dopo un incontro completamente mancato che non ha nemmeno raggiunto il fairway.

Con le lacrime agli occhi, il nativo di Southport (Inghilterra) ha potuto esprimere le sue emozioni quando ha lasciato il 18°, tornando alla vittoria dopo aver comunque messo a segno alcuni bei colpi quest’anno come il suo 5° posto nella Campionato PGA e i suoi due quarti posti in due settimane al Scottish Open poi a 150e L’aperto dalla storia a Sant’Andrea.

Vincitore a -11 (277), un punto di vantaggio sull’immancabile Ryan Fox (10 top 10 nel 2022 please, comprese due vittorie), Fleetwood conquista il 4° posto in classifica prima di concludere la stagione a Dubai da giovedì sull’Earth Course di Proprietà del golf di Jumeirah.

Langasque, il 4° francese a Dubai

Un epilogo davvero emozionante in cui troveremo quattro francesi. 29° a -1 (287), Romain Langasque occupa il 50° posto nella graduatoria di qualificazione per il DP World Tour Championship. Autore di un ultimate 71 (-1), Antoine Rozner finisce 32° nel par totale (288) e soprattutto appende per il momento un biglietto per il British Open 2023 al Reale Liverpool. Il Racingman è al 30° posto in classifica.

41° a +2 (290), Matteo Pavon, di cui questo è anche l’obiettivo principale, perde invece tre posti in questa classifica europea (ex-Race). I bordolesi occupano ora il 37° posto. Nel duro tutta la settimana, Victor Perez, una sola carta sotto la pari (70 al 3° round) sarà sicuramente all’Open il prossimo luglio. 23° in classifica, si è accontentato della 44° posizione finale a Nedbank con un punteggio di +3 (291). Ci aspettiamo un salto tra pochi giorni negli Emirati!

La classifica

La classifica francese

Foto: Getty Images

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *