• Home
  • Sfilata di Parigi prima di ricevere la Sezione Paloise

Sfilata di Parigi prima di ricevere la Sezione Paloise

0 comments

Dopo aver perso cinque derby di fila, lo Stade Français ha finalmente battuto il vicino Ile-de-France. E non solo: oltre a racimolare il bonus offensivo, hanno…

Dopo aver perso cinque derby di fila, lo Stade Français ha finalmente battuto il vicino Ile-de-France. E non solo comunque: oltre a racimolare il bonus offensivo, ha vinto il derby di Parigi con il distacco più ampio della storia. Oltre a questo ritrovato primato regionale, questo successo permette loro soprattutto di chiudere al secondo posto l’andata. Non abbastanza per scatenare uno tsunami di emozioni tra le fila dei Pink Soldiers, però: “Non siamo campioni del mondo! “, ha temperato Joris Segonds al termine della partita contro il Racing.

Parigi senza Pesenti

“Nella vita di un allenatore, il piacere della vittoria dura mezz’ora, ha sorriso l’allenatore Gonzalo Quesada questo giovedì in conferenza stampa. Già un’ora dopo la partita chiedevo ai giocatori di non bere troppo e di non mangiare troppo nei giorni di riposo. Ero preoccupato perché abbiamo giocato un giorno più tardi rispetto al Pau e alle altre squadre, e la Lega ci obbliga a dare tre giorni di riposo ai giocatori, quindi non ci siamo allenati fino a mercoledì. E inoltre, avevo appena preso una quarta seconda riga. »

Sullo stesso argomento


Top 14. Sezione Paloise: l'imperdonabile liquefazione

Top 14. Sezione Paloise: l’imperdonabile liquefazione

Sul 15 contro 14, la Sezione ha sperperato un vantaggio di 22 punti in un quarto d’ora. Uno scenario improbabile che evidenzia l’entità del malessere. Particolarmente deludente dall’inizio dell’esercizio, Pau prende un nuovo schiaffo che segna (31-29)

Continua infatti la strage nella gabbia parigina, con il ferimento dell’ex Palois Baptiste Pesenti, scarcerato dal 13e minuto contro il Racing, vittima di una rottura del legamento della caviglia. Le sue indisponibilità si aggiungono a quelle di Pierre-Henri Azagoh, che deve nuovamente operarsi alla spalla, Mathieu de Giovanni, e del capitano Paul Gabrillagues, colpito da un legamento al ginocchio.

Per colmare le lacune, lo Stade Français ha chiamato l’australiano Sitaleki Timani come jolly medico, a corto di tempo a Tolone. Ma anche con questo rinforzo, i parigini dovranno correre con sole tre seconde file per diversi mesi. Una piccola ombra per un quadro roseo nonostante tutto molto soddisfacente a metà.

“GHK” divampa

Dopo un inizio di stagione altalenante (tre sconfitte, due vittorie nelle prime cinque giornate), la versione Stade Français 2022-2023 ha preso forma, affidandosi a leader del calibro di Morgan Parra, Romain Briatte, Joris Segonds, Sekou Macalou o il ex-Palois Giovani Habel-Küffner (eletto miglior n°8 di questa prima fase della Top 14 dai nostri colleghi di “Midol”).

Altro punto positivo: la seconda difesa del campionato è stata costruita nonostante un contesto interno favorevole alle turbolenze. Le dichiarazioni del presidente Hans-Peter Wild in merito alla successione di Gonzalo Quesada si sono aggiunte agli attriti tra Thomas Lombard, direttore generale, e l’allenatore argentino. “Se (Laurent) Labit e (Rachid) Ghezal si uniranno a noi, Gonzalo Quesada lascerà comunque il club, anche in caso di qualificazione”, aveva annunciato freddamente il medico tedesco a inizio ottobre su “L’Équipe”. Ma da allora il gruppo si è stretto attorno a Quesada, al quale i giocatori non smettono mai di rendere omaggio.

Anche lo Stade Français ha fatto affidamento su alcuni successi chiave, in particolare quello a Pau, a metà ottobre (29-31). Ancora largamente in svantaggio a 15 minuti dalla fine (29-7), i parigini avevano strappato miracolosamente la vittoria a quota 14 contro i 15 del Pau. “È il primo gioco in cui i giocatori hanno creduto un po’ di più nelle proprie capacità. È stato un piccolo punto di svolta nella nostra stagione ”, apprezza Gonzalo Quesada.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}