• Home
  • Svelati i veri motivi della partenza di Benzema

Svelati i veri motivi della partenza di Benzema

0 comments

Il quotidiano AS afferma di aver ottenuto informazioni su come Benzema sia stato estromesso dalla sua selezione all’inizio del Mondiale.

Il 19 novembre la notizia è arrivata a Doha. Karim Benzema ha lasciato il ritiro della squadra francese in Qatar a causa di un “infortunio al quadricipite della gamba sinistra”. Quando Karim ha notato il disagio, si è recato alla clinica Aspetar di Doha, accompagnato dal medico della nazionale francese Frank Le Gal. Questa diagnosi è stata pubblicata e Benzema ha anche informato i servizi medici del Real Madrid.

Ciò che colpisce è che lo stesso giocatore, che conosce il proprio corpo come nessun altro, sapeva che l’infortunio non era grave e che in un massimo di 10 giorni sarebbe stato disponibile per la competizione, sostiene COME. La sua idea iniziale, infatti, era quella di restare in ritiro con i Blues per riconquistare il proprio posto in rosa al più tardi per gli ottavi di finale.

Avrebbe poi saltato solo il primo turno di qualificazione, in cui la Francia ha affrontato Australia, Danimarca e Tunisia. Benzema era convinto che per gli ottavi di finale, in questo caso contro la Polonia il 4 dicembre, sarebbe stato completamente recuperato dal piccolo infortunio muscolare. Ma la sua sorpresa è arrivata quando si è trovato nella sua stanza all’hotel Al Messila dove alloggiava la squadra di Deschamps a Doha. Hanno bussato alla sua porta e l’allenatore francese è apparso con il dottor Frank Le Gal.

“Devi andartene”

Il dottore annunciò con una freddezza che stordì Benzema: “Mi dispiace Karim, ma devi andare”. Deschamps era nella stanza ma rimase in silenzio. Benzema capì rapidamente cosa stava succedendo. Deschamps lo stava letteralmente cacciando dalla squadra e quindi aveva la scusa perfetta per iniziare con Giroud. Naturalmente Karim ha mostrato dignità e non ha voluto discutere della possibilità di restare a recuperare per arrivare in tempo ad aiutare la sua squadra. Ha ricevuto il messaggio, ha fatto le valigie e ha preso un volo veloce per Madrid.

Il giorno successivo ha iniziato il suo recupero a Valdebebas. E solo una settimana dopo, è andato in vacanza a Reunion Island. La ferita era completamente guarita e, peggio ancora, il dottor Le Gal avrebbe poi confessato a Karim che questo messaggio freddo e calcolato era un ordine di Deschamps. Era solo un semplice “messaggero”.

Questo spiega la freddezza e lo sdegno con cui Deschamps ha parlato quando i media gli hanno chiesto della possibilità che Benzema tornasse in dirittura d’arrivo ai Mondiali, visto che era ancora presente nella lista ufficiale della FIFA e non era stato sostituito da un altro attaccante. “Non voglio nemmeno rispondere. Prossima domanda…”, ha lanciato il tecnico in conferenza stampa.

Karim, più elegante e garbato, ha risposto sulle sue reti mentre la Francia progrediva nel torneo del Qatar: “È ora, tutti insieme, andiamo. Forza Blues”, ha twittato prima di ogni incontro importante. Ma alla fine, tutto questo ha comunque spinto Benzema a prendere la decisione che aveva annunciato all’inizio di questa settimana: il suo ritiro dalla nazionale. “Ho fatto lo sforzo e gli errori necessari per essere dove sono oggi. Ne sono orgoglioso! Ho scritto la mia storia e la nostra sta per finire”.

Questo mercoledì, l’attaccante del Real Madrid smetterebbe persino di seguire diversi giocatori della squadra francese, certamente consapevole che anche questi ultimi non erano estranei alla decisione di Didier Deschamps. Dopo 97 presenze con i Blues e 37 gol, è finita la storia tra il Pallone d’Oro e la sua Nazionale.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}