• Home
  • Tecnico MotoGP: Presto mobile digital sponsor su moto e piloti? Un’azienda sta già lavorando lì!

Tecnico MotoGP: Presto mobile digital sponsor su moto e piloti? Un’azienda sta già lavorando lì!

0 comments

Durante la stagione 2022 di Formula 1, e più precisamente durante la sessione di prove libere del venerdì del Gran Premio degli Stati Uniti lo scorso ottobre, il team McLaren ha introdotto una nuova tecnologia sotto forma di schermi di segnaletica digitale strategicamente posizionati sulle sue vetture, consentendo di modificare gli annunci pubblicitari anche se rotolarono giù per il binario. Questa intuizione tecnologica potrebbe prevedere il futuro della pubblicità del motorsport e gli inventori della tecnologia hanno già gli occhi puntati sulle corse motociclistiche. E non sono solo le motociclette che rischiano di trovarsi coperte da schermi, poiché l’azienda britannica dietro l’idea sta anche lavorando a modi per incorporarlo anche nelle tute dei motociclisti.

Seamless Digital, l’azienda dietro i display utilizzati sulle vetture McLaren al GP degli Stati Uniti ad Austinet durante le sessioni di prove libere del venerdì, fa parte di Silverstone Paint Technology, a sua volta collegata a un’altra azienda – Silverstone Design Limited – che ha depositato la domanda di brevetto che vedete qui. Illustra il tipo di display flessibile apparso sulle McLaren F1 nel 2022, ma li applica alle moto e alle tute dei piloti, menzionando in particolare le possibilità in MotoGP e WSBK.

L’idea è di poter cambiare la visualizzazione degli annunci in movimento durante una corsa, proprio come gli annunci che cambiano comunemente visti alle fermate degli autobus e negli edifici.

Passare dall’idea a un veicolo in movimento, e soprattutto nel periodo di massimo splendore del motorsport in cui la fibra di carbonio è il materiale abituale della carrozzeria e ogni grammo conta, è già un risultato impressionante, e uno che esemplifica il fascino di poter cambiare pubblicità automaticamente o all’istante tocco di un pulsante.

I display utilizzati finora sono stati alimentati a batteria, quindi sono isolati dall’impianto elettrico del veicolo, e la McLaren ha iniziato a testarli alla fine del 2021 – nascondendoli inizialmente sotto il vinile per evitare di attirare l’attenzione – prima del debutto. ufficiale nell’ottobre 2022. Il sistema installato sulla McLaren, con uno schermo su ciascun lato dell’abitacolo dove sono in vista le telecamere di bordo, pesa solo 190 g in totale e, grazie al basso consumo energetico, può funzionare con una batteria molto piccola.

Sulle moto, dove già scarseggiano ampi spazi pianeggianti per la pubblicità, la tecnologia potrebbe essere ancora più preziosa. L’azienda di Silverstone ha già riconosciuto che le motociclette hanno carenature notevolmente curve e, secondo il suo brevetto, i suoi pannelli di visualizzazione flessibili possono conformarsi a tali curve. Più impressionante, intende essere in grado di applicare la stessa tecnologia alle pelli, utilizzando gli schermi flessibili in sezioni simili a tasche, con la presenza della pelle sul retro per garantire la resistenza all’abrasione.

Gli schermi sono posti dietro pannelli di plastica flessibili e trasparenti, indicati “42” nelle immagini, cuciti sulla superficie della pelle. Il brevetto mostra piccoli pannelli di visualizzazione sulle braccia del pilota, con quelli più grandi sul petto e sulle cosce e il più grande di tutti nella parte bassa della schiena, direttamente in vista delle telecamere di bordo.

Sulla moto stessa, i pannelli, contrassegnati con ’16’ sui disegni, sono previsti sulle carenature laterali, su entrambi i lati del cupolino, sul parafango anteriore e sui lati dello schienale.

Mentre la pubblicità è chiaramente l’obiettivo principale del sistema e fornisce l’ovvio percorso affinché l’idea si dimostri redditizia sia per i team che la utilizzano sia per l’azienda che la sviluppa, l’idea di visualizzare le dinamiche sulle motociclette potrebbe essere utilizzata anche per altri scopi, come indicare la posizione attuale del pilota in gara per rendere più chiara la classifica per gli spettatori, soprattutto durante le gare di durata.

È ancora presto per dirlo, ma se la McLaren adotterà questo sistema per la stagione 2023, c’è da scommettere che lo utilizzeranno anche gli altri team, e non ci stupiremmo se questa tecnologia facesse la sua comparsa in MotoGP a breve. tempo dopo.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}