• Home
  • Top 14. François Cros (Tolosa): “Aver avuto mia figlia mi ha fatto pensare ad altro”

Top 14. François Cros (Tolosa): “Aver avuto mia figlia mi ha fatto pensare ad altro”

0 comments

Toccato nuovamente al ginocchio sinistro, il tolosanese François Cros sarà assente almeno 3 mesi.  C'è già molta rottura in 2 giorni di Top 14.
Toccato di nuovo al ginocchio sinistro, il tolosanese François Cros ha saltato circa 4 mesi di gara. Si è confidato con Actu Rugby in questo periodo. (©Icona Sport)

Su uno degli allegati di Ernest-Wallon, Francois Cros ha diritto a una sessione di riposo prima di incontrarci, questo martedì 3 gennaio 2023. “Ne ho bisogno”, sorride mentre si toglie i ramponi e le sue numerose cinghie.

Il 3e linea internazionale (16 selezioni) di Stadio di Tolosa è reduce da un infortunio al ginocchio, per il quale ha avuto una ricaduta. A partire dalAl tempo del Rugbyha confidato in questi mesi lontano dal campo, ma anche il suo prossimo rientro e le scadenze in arrivo nel 2023.

Atto : François, quali sono le sensazioni dopo questa ripresa degli allenamenti al 100%?

Francois Cros: Sta tornando lentamente. Trovo il campo, l’allenamento di rugby, mi fa sentire bene. Ma devo ancora salire di giri per trovare il mio livello migliore.

Quindi non sei ancora al 100%?

FC: No. Gradualmente saliamo sullo slider, iniziamo ad avvicinarci alla fine, ma devo ancora lavorare per ritrovare la mia forma pre-infortunio. Vedremo come va la mia settimana e vorrei che questa settimana contro La Rochelle, o quella dopo, riprendesse a competere con la squadra. Sto migliorando di settimana in settimana, questo è certo, ma dobbiamo continuare a trovare le sensazioni.

Come hai vissuto questi ultimi 4 mesi dalla ricaduta contro il Toulon durante la seconda giornata di Top 14?

FC: Un infortunio non è mai facile. Ma ho avuto la fortuna di avere una bambina che è nata a settembre e che mi ha fatto pensare ad altro. Non ho avuto il tempo di pensare troppo all’infortunio, è stata una buona cosa. Dopo non è facile stare fuori dal campo, soprattutto quando la squadra sta bene e quando vedi le prestazioni della squadra. Lì, spero di poter giocare di nuovo velocemente con i miei compagni di squadra.

Piuttosto che pensare a quello che era successo, ho preferito pensare al futuro e alle importanti scadenze del 2023.

Francois Cros3a linea internazionale dello Stade Toulousain

Cosa ti è passato per la testa quando hai lasciato il campo contro il Tolone, appena 3 minuti dopo essere entrato in partita?

FC: Molte cose mi sono passate per la mente. Una ricaduta è sempre complicata perché non se ne conosce la gravità in quel momento. Soprattutto a livello di un ginocchio. Ero molto impaziente che la diagnosi cadesse per essere risolta. Sono stato fortunato che i legamenti crociati non fossero colpiti. Abbiamo dovuto passare attraverso la scatola operativa. È stata una brutta cosa per sempre perché sapevamo che con l’operazione avrebbe resistito. Sono passati 4 mesi, è stato più lungo del previsto, ma il ritorno in campo mi fa sentire bene e spero di crescere in fretta.

Sei stato ferito lo scorso giugno. Tu ricadi l’11 settembre, per il tuo ritorno. Non hai visto una ripresa troppo precoce?

FC: No. Mi ero preparato bene, avevo lavorato bene tutta l’estate per rientrare al meglio. Le settimane di allenamento prima di questa partita mi sono sentito bene. Le sensazioni erano buone, avevo convalidato tutti i criteri di recupero. E si rilassa su un’azione innocua: ecco cosa è frustrante, più di uno strapiombo significativo. Lì, abbiamo fatto le cose per bene, il mio ginocchio è forte, tutto ciò di cui ho bisogno è che il mio corpo si abitui di nuovo al carico di lavoro. Devi essere paziente, è importante.

Video: attualmente su Actu

Dopo questa ricaduta, l’allenatore Jean Bouilhou ha riferito che “lo staff potrebbe essersi perso qualcosa” nella diagnosi. Tu che sei nella professione medica (lui è un podologo), hai la stessa sensazione?

FC: Sì e no nel senso che le immagini prima e dopo l’infortunio erano diverse. C’è stata un’evoluzione. È sempre complicato quando c’è una ricaduta, ti fai delle domande, ma il danno era fatto e dovevo andare avanti. Piuttosto che pensare a quello che è successo, ho preferito pensare al futuro e alle scadenze importanti del 2023. Sta a me darmi i mezzi per tornare al mio livello migliore per poter prendere parte a tutte le scadenze che mi prefiggo per me.

La 3a linea del XV di Francia, François Cros, ha accennato alla possibilità di dare una mano a fine partita al centro della posizione.
La terza linea del XV di Francia, François Cros, vincitore del Grande Slam nel 2022, ha fissato obiettivi per l’anno 2023. (©Icona Sport)

Durante il tuo infortunio, c’è stata la tournée autunnale del XV di Francia. Come l’hai vissuta da lontano, soprattutto perché c’era la possibilità di giocare al Toulouse Stadium (contro il Giappone)?

FC: Sì, sapevo che c’era questa partita a Tolosa… È stato esasperante per me, ma anche per i miei parenti, aver perso questo incontro. È un piccolo rimpianto. Non dirò che è stato solo un tour, ma lo vedo come l’inizio della stagione. E questa stagione è ancora lunga con belle scadenze a venire. Questo è ciò che mi spinge, non i rimpianti per aver saltato il tour autunnale.

Ma non pensavate che il treno della XV di Francia, con i Mondiali tra un anno, partisse forse senza di voi?

FC: Non so se c’è un momento buono o uno cattivo per farsi male. So invece che ho tempo per tornare prima di questo Mondiale. Ma è certo che quando lasci il tuo posto, dai agli altri la possibilità di sistemarsi. In questo tour, i ragazzi sono stati molto bravi in ​​terza fila. È anche bello, penso, perché lo sport è un eterno interrogatorio. E l’infortunio ti permette di lavorare su aspetti su cui non lavori necessariamente normalmente, di fissare obiettivi alti e provare a raggiungerli.

Abbiamo avuto la possibilità di vincere il Torneo 6 Nazioni lo scorso anno e faremo di tutto per ripeterci perché sono emozioni troppo belle.

Francois Cros3a linea internazionale dello Stade Toulousain

Precisamente, su cosa hai potuto lavorare nello specifico?

FC: Fisicamente, molto. Ho avuto alcuni difetti sulle spalle la scorsa stagione e li ho rinforzati. Ho lavorato molto anche sulla parte inferiore del corpo, oltre che sul ginocchio. E poi, avere avuto mia figlia, mi ha dato una boccata d’aria fresca, per aprirmi ad altre cose e alla vita di papà. Ha alleviato il mio infortunio e il tempo di attesa. Ma ecco, è ora di riprendere, e la mia voglia è grande.

François, si dice spesso che con questo calendario sovraccarico, un giocatore si rigenera solo quando è infortunato. Hai fatto il pieno per i Mondiali del 2023?

FC: È sicuro che una tale pausa di 6-7 mesi non mi ha fatto male per i miei problemi alla spalla. Anche la carica emotiva non è la stessa. Ho potuto lavorare durante l’estate, ho dovuto fare la riabilitazione e non è fatica fisica. Il lavoro è stato intrapreso, mi ha riposato in termini di contatti, ma non è stata nemmeno una vacanza (ride).

Prima dei Mondiali c’è il Torneo 6 Nazioni. Ci pensi quando non hai ancora ripreso ufficialmente le competizioni?

FC: Certamente! Se voglio essere lì, sarà necessario trovare il mio livello in un club e voglio già pensare allo Stade Toulousain prima di questo Torneo 6 Nazioni. Un Torneo dove, essendo campioni in carica, saremo attesi ovunque. Con il Mondiale in vista, le squadre vorranno prepararsi al meglio testando le cose. Siamo stati fortunati a vincerla lo scorso anno, e faremo di tutto per ripeterla perché sono emozioni troppo belle. Una volta assaggiato, vuoi riviverlo quante più volte possibile.

Ricevi ogni giorno i nostri migliori articoli nella tua casella di posta con la newsletter di Actu Rugby. Iscriviti qui, è gratis !

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Actu Rugby nello spazio Le mie notizie . In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le news delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}