Tour de France – Christian Prudhomme: “Tadej Pogacar vuole la sua vendetta”

Ccinque grandi catene montuose, quattro arrivi in ​​vetta, il ritorno dal Puy de Dôme, un solo cronometro… il Giro di Francia 2023 – chi si svolgerà dal 1 al 23 luglio – è rivolto agli arrampicatori puri. Christian Prudhommeil direttore del Grande giro, rievocando così il percorso della 110a edizione. “Il desiderio è quello di dimostrare ogni anno che il Tour può essere giocato ovunque. Abbiamo avuto questo desiderio per molto tempo. Si esprime con forza per il 2023 perché andremo ai cinque grandi massicci, con quattro arrivi in ​​vetta in quattro diversi grandi massicci (Alpi, Pirenei, Giura, Massiccio Centrale, Vosgi)”, spiega nelle osservazioni riportate da RTBF.

Video – Christian Prudhomme sul percorso del Tour de France 2023!

“Se non sali bene, non puoi vincere il Tour de France”

Il Tour è sempre fatto per uno scalatore qualunque cosa si dica. Sognerei di trovare, come 60 anni fa, un vero confronto tra i corridori puri che resistono in montagna ei grandi scalatori che non sono bravi a cronometro. Questo non è più il caso, ma potrebbe tornare. Se non sali bene, non puoi vincere il Tour de France”.completare Christian Prudhomme che ha anche accennato all’assenza di un’altra cronometro (una sola cronometro di 22 chilometri sul percorso del Tour de France 2022): “Ce n’è già stato di meno, ma prima c’è stato soprattutto di più. 22 km in montagna, con la costa di Domancy, punto dominante dei Campionati Mondiali di Ciclismo dell’Alta Savoia nel 2027. C’è il desiderio di mettere in risalto queste Alpi del nord per mettere in luce questi Mondiali futuri.

“Non ha precedenti, ultima tappa in fila nei Vosgi alla vigilia degli Champs-Elysées”

Il direttore di Giro di Francia tornato anche al ritorno del Puy de Dôme, questo vulcano dormiente nel mezzo del Massiccio Centrale sopra Clermont-Ferrand, assente dal 1988: “È un ritorno con tante emozioni. Il Puy du Dôme, queste sono le radici del Tour de France, è tutt’altro che una coincidenza. Ringrazio tutte le autorità che hanno reso possibile questo rientro ma unica condizione: niente pubblico negli ultimi 4 chilometri. A salire ci saranno solo i corridori e l’organizzazione. La strada è larga 3,50 metri, se c’è un pubblico è impossibile.

Senza dimenticare di citare la penultima tappa verrà giocato Vosgi per la prima volta:Non ha precedenti, un’ultima tappa in fila nei Vosgi alla vigilia degli Champs-Elysées. C’era già una tappa nei Vosgi poco prima del traguardo, ma è stata una cronometro che ha ribaltato il Tour 2020 con Tadej Pogacar che aveva dominato Primoz Roglic con sorpresa di tutti.” Infine, Christian Prudhomme ha dato un aggiornamento sulla possibile entry list: “Attenti alle voci. Ho sentito piuttosto che Pogacar voleva vendicarsi, l’ho già sentito molte volte. Vingegaard difenderà naturalmente il suo titolo. Mi sembra ovvio a ottobre, penso che lo sarà anche a luglio se non si infortunano”.

Il percorso del Tour de France 2023, dal 1 al 23 luglio!

Sabato 1 luglioPasso 1 : Bilbao – Bilbao, 182 km

domenica 2 luglio2° passo : Vitoria-Gasteiz – San Sebastián, 209 km

Lunedì 3 luglioPassaggio 3 : Amorebieta-Etxano – Bayonne, 185 km

Martedì 4 luglioPassaggio 4 : Dax – Nogaro, 182 km

mercoledì 5 luglioPassaggio 5 : Pau-Laruns, 165 km

Giovedì 6 luglioPassaggio 6 : Tarbes – Cauterets-Cambasque, 145 km

Venerdì 7 luglioPassaggio 7 : Mont-de-Marsan – Bordeaux, 170 km

Sabato 8 luglioPassaggio 8 Libourne – Limoges, 201 km

domenica 9 luglioPassaggio 9 : Saint-Leonard-de-Noblat – Puy-de-Dôme, 184 km

Lunedì 10 luglio1° giorno di riposo a Clermont-Ferrand

Martedì 11 luglioPassaggio 10 : Vulcania – Issoire, 167 km

mercoledì 12 luglioPassaggio 11 : Clermont-Ferrand – Mulini, 180 km

Giovedì 13 luglioPassaggio 12 : Roanne – Belleville-en-Beaujolais, 169 km

Venerdì 14 luglioPassaggio 13 : Châtillon-sur-Chalaronne – Grand Colombier, 138 km

Sabato 15 luglioPassaggio 14 : Annemasse-Morzine, 152 km

domenica 16 luglioPassaggio 15 : Morzine – Saint-Gervais-Mont Blanc / Le Bettex, 180 km

Lunedì 17 luglio2° giorno di riposo a Saint-Gervais-Mont Blanc

Martedì 18 luglioPassaggio 16 : Passy – Combloux, cronometro individuale 22 km

mercoledì 19 luglioPassaggio 17 : Saint-Gervais-Mont Blanc – Courchevel, 166 km

Giovedì 20 luglioPassaggio 18 : Moutiers – Bourg-en-Bresse, 186 km

Venerdì 21 luglio Passaggio 19 : Moirans-en-Montagne – Poligny, 173 km

Sabato 22 luglioPassaggio 20 : Belfort – Le Markstein, 133 km

domenica 23 luglioPassaggio 21 : Velodromo Nazionale di Saint-Quentin-en-Yvelines – Parigi Champs-Elysées, 115 km

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *