• Home
  • Tour de San Juan – Fernando Gaviria prende tutto nella 4a tappa, Sagan 2a

Tour de San Juan – Fernando Gaviria prende tutto nella 4a tappa, Sagan 2a

0 comments

Sorpresi il giorno prima, i velocisti hanno messo le cose in chiaro nella 4a tappa del Giro di San Giovanni questo mercoledì con la bellissima vittoria di Fernando Gaviria, la sua prima nei suoi nuovi colori! Il colombiano ha tenuto perfettamente nelle poche difficoltà che hanno ridotto il gruppo a una quarantina di unità nei 196,5 km del percorso tra Villicum e Barreal. Idealmente messo in orbita dal Team Movistarè avanti alla fine di uno sprint in un comitato ridotto Pietro Sagano (Energia Totale) e Filippo Ganna (INEOS Grenadiers), che ha cercato di imitare il colpo effettuato da Quinn Simmons (Trek-Segafredo) martedì. Da notare la presenza nella fuga mattutina diEgan Bernal (INEOS Grenadiers), che aveva le formiche nelle gambe ma è stato colto a 80 km dal traguardo. In generale, Gaviria fa anche un doppio colpo e si impadronisce della maglia del leader Sam Bennet (BORA-hangsrohe), distanziato.

Video – I velocisti e Gaviria si incontrano di nuovo nella 4a tappa!

Egan Bernal in testa in una fuga sul fiume ripresa a 75 km dal traguardo

Per questa prima giornata con sollievo – anche se le percentuali non superano il 5% – gli attaccanti sono numerosi al via di Villicum per tentare la sorte. E tra il gruppo di 16 corridori che riescono a prendere il largo, un nome attira particolarmente l’attenzione: quello diEgan Bernal (INEOS Granatieri)! Lo incontriamo Stefano Williams (Israele-Premier Tech), Leonardo Cobarrubia, Juan Pablo Dotti (SEP San Giovanni), José Luis Rodriguez (Chili), Gerardo Matias Tivani (Nostra Signora di Fatima), Laureano Rosa (Gilde X Sport-Cutral Co), Tobias Lund Andresen (Team DSM), Tommaso Conte (Argentino), Alexis Benjamin Quinteros (Team Banco Guayaquil), Davide Bais (Squadra ciclistica Eolo Kometa), Raffaele Lourenco, Carlos Salgueiro (AP Hotels & Resort – Tavira), Manuel Tarozzi (Progetto Verde-Bardiani CSF Faizane), Harold Martin López (Astana Qazaqstan Team) et Victor Alejandro Ocampo (Team Medellin-EPM).

Questi 16 fuggitivi approfittano delle ascensioni di Banos de Talacasto (5,3 km al 3,9%) poi da Grotta Vergine di Andacollo (7,6 km al 3,8%) per ottenere fino a 7 minuti di vantaggio sul gruppo. Ma quest’ultima sembra partire in quest’ultima difficoltà, classificata nella 1a categoria, sotto l’impeto del Soudal-Quick Step di Remco Evenepol. Conseguenza diretta, una volta terminata la discesa, e nonostante un attacco da parteEgan Bernalle fughe vengono riprese a 75 km dalla meta da un branco ridotto a una sessantina di unità.

Sprint di gruppo ridotto, Gaviria intrattabile contro Sagan e nuovo leader!

Lasciate le montagne, l’ultima parte della corsa è desertica e molto esposta al vento. La tensione resta quindi alta sui lunghi rettilinei in salita che portano fino a spoglio, la città di arrivo. Logicamente il ritmo rimane forte e anche se i favoriti sono vigili, la scrematura continua con solo una quarantina di corridori davanti a 50 terminali dalla porta. Formazione Movistar et TotalEnergierispettivamente per Fernando Gaviria et Pietro Sagano, bloccare la corsa per giocarsi la vittoria allo sprint. Minacciato da un nuovo tentativo al chilometro, questa volta opera di Filippo Ganna, Fernando Gaviria si prende le proprie responsabilità in dirittura d’arrivo e si impone con largo anticipo Pietro Sagano. Il podio è completato da Estate. Gaviria ha colto l’occasione per rubare la maglia di leader Sam Bennetdistanziati nelle costole del giorno.

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}