Un gioiello di Ben Yedder non basta del tutto Monaco… – DBrief e NOTE dei giocatori (Ferencvaros 1-1 ASM) – Calcio

Ancora lanciato da Wissam Ben Yedder, l’AS Monaco è stato appeso sul prato del Ferencvaros (1-1) questo giovedì durante la 5a giornata della fase a gironi di Europa League. Ora 2° nel Girone H, il club del Principato non può più puntare al primo posto, ma ha in mano il suo destino.

Un gioiello di Ben Yedder non è del tutto sufficiente

Wissam Ben Yedder aveva comunque segnato un gol superbo.

L’AS Monaco può rinunciare al primo posto, ma avere in mano il proprio destino per il secondo (qualificazione play-off). Nonostante un magnifico Madjer di Wissam Ben Yedder, il club del Principato è stato tenuto sotto scacco al Ferencvaros (1-1) giovedì in occasione della 5a giornata della fase a gironi di Europa League.

Con questo sorteggio, l’ASM è comunque salita al 2° posto nel Gruppo H, ma non ha più potuto tornare al club ungherese, capolista. D’altra parte, il club francese avrà il controllo del suo futuro europeo quando ospiterà la Stella Rossa a Belgrado la prossima settimana.

Madjer di Ben Yedder!

Fin dai primi minuti i mongaschi erano pericolosissimi con un tiro di Ben Yedder sulla traversa poi una rimonta di Fofana parato davanti alla sua gabbia da Wingo! Con il controllo di palla, il club del Principato ha esercitato pressioni crescenti su un settore difensivo ungherese che non respirava serenità. Tuttavia, nel corso del verbale, i dibattiti si sono bilanciati con un club francese troppo impreciso mentre si avvicinava alla zona della verità…

Dominanti, gli uomini di Philippe Clement hanno avuto però crudelmente difficoltà a dare ritmo a questo incontro, che stentava davvero a lasciarsi trasportare. Poi su uscita di Disasi il difensore crea il varco sulla destra e crossa per Ben Yedder, autore di un cross di Madjer ad aprire le marcature (0-1, 31°). Un grande gesto! In confidenza, l’ASM ha poi gestito i dibattiti fino all’intervallo nonostante l’infortunio di Vanderson e un pericoloso colpo di testa di Zachariassen.

Monaco soffre e si rompe…

Al ritorno dagli spogliatoi, le truppe di Stanislav Tcherchessov sono tornate con migliori intenzioni e hanno approfittato delle difficoltà di Diatta, usato come pistone, per proiettarsi. Dolorosamente, il Monaco gioca con il fuoco e si espone con un colpo di testa di Ladouni che sfiora il palo di Nbel. Nonostante le indicazioni di un Clemente agisse nella sua area tecnica, il club del Principato ha avuto difficoltà a riprendere il controllo.

Su calcio di punizione, il Monaco perde però l’occasione di rifugiarsi con un grosso lupo di Volland a seguito di un pasticcio in area. Incapaci di fare il break, i mongaschi hanno subito i dibattiti negli ultimi istanti. E costretto a sopportare, il club del Principato è stato punito con il pareggio di Zachariassen, autore di un tiro sul primo palo (1-1, 82°). Un altro risultato europeo frustrante per l’ASM…

Il punteggio della partita: 5,5/10

Un incontro semplicemente corretto. Nei primi minuti, però, l’AS Monaco ha imposto un buon ritmo con alcuni movimenti interessanti. Ma abbastanza rapidamente, un ritmo falso si è inserito nel gioco… fino a quando i Mongaschi hanno segnato. Sfortunatamente per lo spettacolo, questa apertura non ha necessariamente deluso il gioco, con il Ferencvaros che si è svegliato lo stesso durante il secondo atto… con un risultato crudele per i francesi.

Gli obiettivi :

– Spostato sul lato destro, Disasi porta il surplus in attacco e riesce ad eliminare il suo diretto avversario. Da centro, il difensore trova in area Ben Yedder, che apre le marcature con un cross di Madjer (0-1, 31°).

– All’ingresso in superficie, Nguen sfrutta l’atteggiamento attendista dei difensori monegaschi per spostare Zachariassen alle spalle di Disasi. Con un Badiashile troppo lassista, l’esterno galeggia un tiro sul primo palo (1-1, 82°).

Le NOTE dei MONSGASCHI

Maxifoot ha assegnato un punteggio (su 10) a ciascun giocatore dell’AS Monaco.

Man of the match: Wissam Ben Yedder (6.5/10)

Decisivo il capitano dell’AS Monaco. Dopo un primo gol logicamente rifiutato nei primi minuti per fuorigioco, il nazionale francese è stato sfortunato in mezzo alla folla con un tiro alla traversa. Coinvolto poi nelle migliori mosse della sua squadra, è stato premiato per i suoi sforzi con questa apertura su un superbo Madjer dopo un cross di Disasi. Un gesto magnifico per una bella copia nonostante un secondo periodo meno riuscito.

MONACO :

Alexander Nbel (5): non necessariamente in grande fiducia nelle ultime settimane, giovedì non è morto il portiere dell’AS Monaco. Nel complesso poco preoccupato per gli attaccanti avversari poco ispirati nel primo periodo, il portiere in prestito dal Bayern Monaco ha respinto a lungo gli attacchi ungheresi dopo l’intervallo. Ma sul pareggio di Zachariassen non è stato decisivo.

Axel Disasi (6,5): il difensore centrale dell’AS Monaco ha fatto una bella copia. In difesa, il francese è stato autoritario nei suoi interventi e ha vinto i suoi duelli per gestire a lungo le offensive ungheresi nella sua zona… ma è stato colto alle sue spalle dalla porta di Zachariassen. E ovviamente l’ex Rmois ha sublimato il suo match con questa salita e questo passaggio decisivo per permettere a Ben Yedder di aprire le marcature.

Guillermo Maripn (5,5): nell’asse di questa difesa a tre, il cileno è stato gravissimo per 81 minuti. Semplicemente perfetto nei duelli, il difensore centrale dell’AS Monaco è stato particolarmente prezioso in campo aereo… prima di arrivare in ritardo all’azione del pareggio ungherese a causa di un duello perso a lato.

Benot Badiashile (5): proprio come i suoi compagni al centro della difesa, il nazionale francese è stato a lungo all’altezza di questo incontro europeo. Con vera serenità, il difensore centrale dell’AS Monaco ha spesso avuto la meglio su Zachariassen con diversi interventi precisi. Ma costretto a resistere, ha ceduto con una marcatura fin troppo lassista sulla porta ungherese.

Vanderson (non valutato): sulla corsia di destra, il brasiliano non era in difficoltà difensiva con un Traor molto discreto davanti a sé. Tuttavia, nelle sue salite, il pistone destro dell’AS Monaco non ha contribuito molto. Colpito muscolare, è stato sostituito al 40′ da Krpin Diatta (1). Un disastro ! In questo ruolo insolito per lui, l’esterno mongasco ha vissuto un vero calvario. In grande difficoltà a gestire i tentativi di Traor, è sceso in acqua in diverse azioni e ha incarnato un vero anello debole. Non sorprende che l’azione del pareggio sia arrivata dalla sua parte…

Mohamed Camara (5,5): da sentinella, il centrocampista dell’AS Monaco ha fatto il suo lavoro. Nonostante alcuni duri duelli con Vecsei o addirittura Ladouni, l’ex giocatore dell’RB Salisburgo è riuscito a graffiare diversi palloni con un lavoro di qualità in fase di recupero. E come al solito il maliano è stato leale nelle sue trasmissioni.

Youssouf Fofana (5): con Camara, il centrocampista dell’AS Monaco ha dominato i dibattiti a centrocampo nel primo periodo. E su diverse proiezioni, il nazionale francese ha creato pericolo per spostare i suoi compagni di squadra. Bisogna comunque sottolineare il suo spreco tecnico con diversi palloni persi sui suoi passaggi ed è stato meno efficace dopo l’intervallo. Nella zona della verità, l’ex alsaziano era vicino al gol, ma Wingo ha salvato la sua squadra davanti alla porta ad inizio partita. Sostituisci l’83° minuto con Jean Lucas (non no).

Aleksandr Golovin (4): posizione da tedoforo per accompagnare Camara e Fofana, il centrocampista russo ha fatto diverse combinazioni a livello offensivo nel primo periodo. Tuttavia, nei suoi tentativi di avvicinarsi alla zona della verità, ha mostrato anche tutto una vera imprecisione con numerosi fallimenti a livello individuale. E dopo l’intervallo, è completamente scomparso dai dibattiti…

Caio Henrique (5,5): pistone sul lato sinistro, il brasiliano ha fatto una buona attività. Serio nel complesso nei suoi sforzi difensivi con diversi buoni interventi nel gioco, il mongasco è stato interessante anche nelle sue salite per crossare in superficie. Una brutta cosa? La sua marcatura molto ruvida in occasione del colpo di testa di Zachariassen prima dell’intervallo.

Kevin Volland (2,5): Embolo favorito per questo incontro, l’attaccante dell’AS Monaco non ha assolutamente giustificato la fiducia del suo allenatore Philippe Clement. A differenza di Ben Yedder, il tedesco è stato generalmente discreto e non è mai stato in grado di impensierire davvero Dibusz sprecando la sua unica occasione nel secondo tempo. Anche nel gioco pesava poco nei dibattiti. Sostituisci l’83° minuto con Breel Embolo (non no).

Wissam Ben Yedder (6,5): leggi il commento sopra.

+ Trova i risultati e la classifica dell’Europa League su Maxifoot

E per te, chi sono stati i migliori e i peggiori giocatori della partita? Reagire nella zona di “Commenti” sotto !

FERENCVAROS 1-1 MONACO (mi-punti: 0-1) – EUROPA LEAGUE – Girone H (Monaco) / 5a giornata
Stadio: Groupama Arna, Budapest – Arbitro: Enea Jorgji, Albania

Ma : K. Zachariassen (82°) per FERENCVAROS – W. Ben Yedder (31°) per MONACO
Avvertenze : E. Botka (24e), D. Dibusz (32e), A. Ladouni (80e), M. Besic (90+3e)per FERENCVAROS – M. Camara (57e), B. Badiashile (85e)per MONACO

FERENCVAROS : D. DibusS. Mmaee, E. BotkaH. Wingo, L. Pszka (T. Nguen, 65e)B. Vcsei (M. Besic, 56e), A. LadouniA. Gojak (Marquinhos, 46°, poi A. East, 90+1°)K.Zachariassen, A. TraorR. Mmaee

MONACO : A. NbelA. Disasi, G. Maripn, B. BadiashileY. Fofana (Jean Lucas, 83°), M. CamaraVanderson (K. Diatta, 41e), Caio HenriqueA. GolovinK. Volland, W. Ben Yedder

Autore del primo gol, Ben Yedder ha ringraziato il suo decisivo passante, Disasi (0-1, 31°)

Nubel ha sollevato il suo popolo per un po’

Ma Zachariassen finalmente gallis (1-1, 82°)

Ferencvarosa conferma il primo posto nel girone H

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *