un ministro belga a sua volta indossa la fascia da braccio “One Love” accanto a Infantino

Il ministro degli Esteri belga Hadja Lahbib parla alla stampa durante una riunione del Consiglio Affari esteri presso la sede dell'UE a Bruxelles il 14 novembre 2022. (Foto di John THYS / AFP)
JOHN THYS contro AFP Il ministro degli Esteri belga Hadja Lahbib parla alla stampa durante una riunione del Consiglio Affari esteri presso la sede dell’UE a Bruxelles il 14 novembre 2022. (Foto di John THYS / AFP)

JOHN THYS contro AFP

Il ministro degli Esteri belga Hadja Lahbi, qui a Bruxelles, Belgio, 14 novembre 2022.

COPPA DEL MONDO – Sul podio è salito il ministro degli Esteri belga, Hadja Lahbib le brassard « Un amore »che era stato rifiutato al Belgio e ad altre selezioni europee, durante la vittoria dei Red Devils contro il Canada questo mercoledì 23 novembre al Qatar.

Hadja Lahbib era presente sulla tribuna dello stadio al-Rayyan accanto, in particolare, al presidente della Fifa, Gianni Infantino.

“Gianni Infantino mi ha spiegato perché ha fatto la scelta di non permettere ai Red Devils di indossare una fascia ‘One Love’, secondo le regole Fifa. Queste regole non si applicano sugli spalti, mi sono tolto la giacca e ho presentato la mia fascia”ha spiegato al microfono di RTBF.

“Il Belgio doveva portare il messaggio”

Sotto la minaccia di “Rigori sportivi” dalla FIFA, Belgio e altre sei nazioni europee presenti in Qatar – Germania, InghilterraDanimarca, Paesi Bassi, Galles e Svizzera hanno scelto di non far indossare al loro capitano questa fascia colorata che simboleggia l’inclusione e la diversità.

“Penso che sia stato un gesto simbolicamente forte, che il Belgio abbia dovuto portare il messaggio”ha aggiunto il ministro.

“So che Eden Hazard (il capitano della selezione, ndr) avrebbe voluto indossarla a terra”ha continuato Hadja Lahbib, aggiungendo che era arrivata in Qatar all’inizio del torneo per avere “discussioni franche” con la diplomazia del Qatar e “difendere i diritti umani”.

Un altro ministro, la tedesca Nancy Faeser, responsabile dell’Interno e il cui portafoglio si occupa di sport, è apparsa in tribuna con questa fascia durante la partita di Germania contro Giapponein programma oggi al Khalifa International Stadium di Doha.

Sul prato, al momento della tradizionale foto di squadra pre-partita, i giocatori tedeschi si sono messi le mani davanti alla bocca in apparente protesta contro la decisione della Fifa.

(In alto, SX) Il difensore #03 della Germania David Raum, il portiere #01 Manuel Neuer, il difensore #02 Antonio Ruediger, il centrocampista #07 Kai Havertz, il difensore #15 Niklas Suele e il difensore #23 Nico Schlotterbeck e (in basso, LR) il centrocampista #06 Joshua Kimmich, l'attaccante n. 10 Serge Gnabry, il centrocampista n. 14 Jamal Musiala, l'attaccante n. 13 Thomas Mueller e il centrocampista n. Il Giappone al Khalifa International Stadium di Doha il 23 novembre 2022. (Foto di Ina Fassbender / AFP)
INA FASSBENDER / AFP (In alto, SX) Il difensore #03 della Germania David Raum, il portiere #01 Manuel Neuer, il difensore #02 Antonio Ruediger, il centrocampista #07 Kai Havertz, il difensore #15 Niklas Suele e il difensore #23 Nico Schlotterbeck e (in basso, LR) il centrocampista #06 Joshua Kimmich, l’attaccante n. 10 Serge Gnabry, il centrocampista n. 14 Jamal Musiala, l’attaccante n. 13 Thomas Mueller e il centrocampista n. Il Giappone al Khalifa International Stadium di Doha il 23 novembre 2022. (Foto di Ina Fassbender / AFP)

INA FASSBENDER / AFP

I giocatori della Germania prima della partita contro il Giappone ai Mondiali in Qatar del 23 novembre 2022.

Vedi anche su L’HuffPost :

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *