“Una grande soddisfazione”, reagiscono gli eletti Landes

Questa è la prima volta che due città delle Landes sono sulla mappa del Tour de France. Svelato a Parigi questo giovedì 27 ottobre 2022, il corso della Great Loop Edition 2023 avrà per la prima volta come città di partenza Dax, martedì 4 luglio 2023, per una tappa a Nogaro nel Gers. Poi il Il 7 luglio 2023 i ciclisti partiranno da Mont-de-Marsan e guiderà a Bordeaux.

Logo blu Francia

Il ritorno del Tour de France a Mont-de-Marsan 50 anni dopo

La prefettura delle Landes non ospita una tappa dal 1971. Il sindaco, Charles Dayot, non nasconde la sua soddisfazione. “È una grande gioia, sono passati più di 50 anni da quando abbiamo visto il Tour. È anche il 50° anniversario della vittoria di Luis Ocana. Questi sono senza dubbio gli ingredienti che hanno pesato sull’equilibrio Questa è l’occasione per noi di puntare i riflettori su Mont-de-Marsan, ed è anche la possibilità di celebrare il ciclismo. Il velodromo che stiamo costruendo sarà senza dubbio inaugurato al passaggio del Tour de France. . Tutti i pianeti erano allineati, siamo molto contenti”.

La tappa a Bordeaux passerà Roquefort, Losse poi Langon prima di arrivare nelle strade della capitale della Gironda.

L’emozione del sindaco di Dax

Dax non ospita un palco dal 2006, Julien Dubois il sindaco ha già gli occhi puntati sul mese di luglio 2023. “C’è molta emozione ma è appena iniziata. Ora che l’annuncio è passato, potremo mettere tutte le nostre energie per organizzare questo ricevimento del Tour de France, affinché sia ​​una grande festa popolare e così la nostra città può beneficiare di tutti i vantaggi di essere una città di scalo poiché c’è un’esposizione, in particolare ai media, che è enorme”. Questa fase Dax – Nogaro passerà in particolare Saint-Sever, Labastide d’Armagnac, poi Eauze nel Ger. L’arrivo sarà al circuito “Paul Armagnac” di Nogaro.

Per ospitare l’evento, le due città delle Landes hanno speso tra i 150.000 ei 200.000 euro. Un investimento che sarà ampiamente redditizio assicurano i due funzionari eletti.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *