Vertice del Puy de Dôme e Raphaël Géminiani: Christian Prudhomme, il boss del Tour de France, in visita a due “monumenti” dell’Alvernia

Per partecipare al Tour de France è necessaria una buona salute. Ma per dirigerlo, altrettanto! Christian Prudhomme ha dato un’illustrazione di ciò giovedì concatenando intere ore di intervista prima e dopo la cerimonia per svelare il corso 2023 che si è svolto al Palais des Congrès di Parigi. In serata aveva risposto favorevolmente all’invito della regione AuRA ed era allo Zénith de Cournon per festeggiare il futuro arrivo al Puy de Dôme. Il tutto davanti a quasi 2.000 invitati.

“Vado sempre in regione la sera della grande presentazione, ma lì non l’avevo mai visto! “, ha confidato questo venerdì mattina mentre riprendeva la Panoramica delle cupole.

Il Tour de France di quattro giorni al Puy-de-Dôme: un record nella storia della Grande Boucle?

Perché dopo essersi svegliato la mattina con una nuova sessione di interviste radiofoniche, Christian Prudhomme si è offerto un piccolo piacere, quello di salire lassù riuscirà a riportare il gruppo: in cima al Puy de Dôme. “Era inconcepibile per me non salire lassù mentre ero a Clermont. Significa così tanto per me”, ha aggiunto, felice di godersi la vista senza ostacoli sotto il sole cocente.

Christian Prudhomme nella Panoramica delle cupole.

Da una leggenda del Tour all’altra, il boss dell’ASO ha poi improvvisato una breve visita a Raphaël Géminiani, nella sua casa di Pérignat-ès-Allier.

Tour de France 2023: la salita del Puy de Dôme, il sogno ad occhi aperti di Romain Bardet e Rémi Cavagna

L’occasione per il boss del Tour di far notare che l’ex pilota e direttore sportivo non aveva perso nulla della sua eloquenza nonostante i suoi 97 anni. “Un momento davvero bello e bello”, ha detto entusiasta Christian Prudhomme dopo una discussione casuale durata quasi un’ora.

Ricevi via e-mail la nostra newsletter personalizzata Terre de Sports e ogni lunedì trova notizie e risultati per i tuoi sport preferiti.

NL {“path”:”mini-thematique-inscription”,”thematique”:”MT_Sports_Multisports”,”accessCode”:”14208807″,”allowGCS”:”true”,”bodyClass”:”ripo_generic”,”contextLevel”: “KEEP_ALL”,”filterMotsCles”:”1|10|11|22|6973|17123″,”gabarit”:”generic”,”hasEssentiel”:”true”,”idArticle”:”4208807″,”idArticlesList”: “4208807”,”idDepartement”:”282″,”idZone”:”30603″,”motsCles”:”1|10|11|22|6973|17123″,”premium”:”false”,”pubs”: “banniere_haute|article|article2|article3″,”site”:”MT”,”sousDomain”:”www”,”tagsArticle”:”#tdfauvergne2023″,”urlTitle”:”summit-of-puy-de-dome- and-raphael-geminiani-christian-prudhomme-the-patron-of-the-tour-de-france-visiting-two-auvergne-monuments”}

Raphaël Géminiani è stato felice di ricevere il capo del Tour.

Gli aneddoti di ieri, le polemiche di oggi, c’è tutto. Menzionati nella discussione, il corridore Julian Alaphilippe e il presidente dell’UCI David Lappartient hanno anche avuto diritto a uno scambio di messaggi in diretta con il loquace Auvergnat.

“Gem’ è una figura leggendaria del Tour, un genio nel modo di raccontare storie. E che lucidità! “, ha concluso un ditirambico Christian Prudhomme prima di partire per Tarbes dove è proseguito il suo tour delle città del palcoscenico del 2023.

Federico Verna

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *