Victor Wembanyama entra nel grande bagno blu

Attrazione d’inizio stagione, il prodigio del Boulogne-Levallois (18 anni) festeggerà la sua prima selezione per la Francia contro la Lituania (18:30), venerdì, per le qualificazioni ai Mondiali 2023.

Victor Wembanyama ripercorre le fasi della sua giovane carriera con sconcertante facilità. Sta per fare un nuovo passo nella sua folle ascesa che dovrebbe portarlo al primo posto nel draft NBA il prossimo giugno. Il giocatore festeggerà, venerdì 11 novembre, la sua prima selezione per la nazionale maggiore della Francia contro la Lituania (18:30 in diretta su France 4 e su francia.tv) il 9° e penultimo giorno di qualificazione ai Mondiali 2023.

“La maglia azzurra, la indossavo già da giovane”ha ricordato l’interno del 18enne martedì durante una conferenza stampa organizzata al Maurice-Thorez Sports Palace a Nanterre, la sua squadra di allenamento. Medaglia d’argento a Euro U16 2019 e Coppa del Mondo U19 2021, ogni volta nominato nelle cinque major della competizione, Victor Wembanyama conosce le responsabilità implicite nella maglia tricolore. “È sempre la stessa cosa, ti dà una motivazione in più: lottare per il tuo Paese è totalmente diverso, ti dà energia interiore”ha proseguito davanti a una foresta di microfoni.

Assente dall’ultimo Eurobasket per un infortunio in fase di preparazione, “Wemby” da allora si è reso indispensabile per la squadra francese grazie al suo mostruoso inizio di stagione. Soprattutto durante una finestra internazionale in cui i giocatori di Eurolega e NBA non possono essere presenti perché sono sul ponte contemporaneamente.

Miglior giocatore Betclic Elite in valutazione (24,9 di media) e stoppa (2,9) poi secondo marcatore (21,3 punti) e rimbalzista (8,9 prese), il giocatore di 2,21 m cammina sull’acqua in campionato agli ordini di Vincent Collet, anche allenatore di il blues. Sulla sua scia, Boulogne-Levallois è il delfino del leader monegasco con una sola sconfitta in sei giorni. L’ex giocatore dell’Asvel ha anche approfittato di due match di esibizione a Las Vegas per mostrare la portata del suo talento negli Stati Uniti: 37 e 36 punti contro la G-League Ignite (una squadra composta principalmente da giovani aspiranti che saranno attesi anche nel draft NBA).

Il giovane debuttante dovrebbe aspettarsi di dominare anche dai primi minuti con la maglia azzurra sulle spalle? Cercherò di inserirmi nel progetto, di adattarmi al meglio per cercare di portare due vittorie alla squadra francese.si è temperato, martedì. Cercherò di portare freschezza, presenza a terra”.

Il giocatore di Boulogne-Levallois Victor Wembanyama (a destra) contro Blois, a Levallois-Perret, 21 ottobre 2022. (EMMANUEL DUNAND / AFP)

Con gli adulti, il compito sarà molto diverso. È la prima volta che scopre la Francia e per ogni giocatore, qualunque sia il suo talento, è comunque un momento straordinario.avvertito BeBasket allenatore Vincent Collet. Victor avrà senza dubbio un futuro più che radioso, ma questa rimane per lui la prima volta ed è una sfida. Vivrà, con la sua prima selezione, un momento emotivo e psicologico che tutti i giocatori che hanno indossato questa maglia hanno conosciuto”.

I compagni vedono già in lui doti capaci di far avanzare il gruppo. “Può già portarci tante cose: è alto, tira, può fare tutto in campoelenca Andrew Albicy in Il gruppo. È un’arma in più, che può portare la squadra francese a un nuovo livello. Siamo molto felici di averlo in questa settimana”. “Quando vedremo l’inizio della stagione di Victor, è importante che sia lì. Sarà un fulcro del nostro settore casalingo e del nostro gioco in generale, continua Paul Lacombe. Penso che possa cambiare il gioco per la Francia”.

“In questa finestra farà già molto bene e non vediamo l’ora di vedere come potrà aiutare la squadra la prossima estate”.

È ancora difficile programmare i prossimi Mondiali (dal 25 agosto al 10 settembre 2023 in Giappone, Indonesia e Filippine) mentre il nativo di Chesnay (Yvelines) sarà, logicamente, arruolato tra i primi due mesi dopo. presto. “La Francia, non direi che è un progetto centrale perché sono solo poche partite all’anno, ma è preponderante. Rimarrà sempre nella mia mente”ha detto martedì.

Nonostante un ruolo che dovrebbe essere importante nella sua futura franchigia NBA, le possibilità con i Blues sono più eccitanti, con l’avvicinarsi delle Olimpiadi di Parigi del 2024. La sua associazione nel racket con l’altro colosso, Rudy Gobert (2,16 m), promette qualche scintilla. “Attirerà molta attenzione su di lui, poiché tutti conoscono il suo potenziale e libererà molto spazio, predice Andrew Albicy. L’arrivo di Victor e degli altri giovani del gruppo è emozionante. Per ora ci concentriamo su questa finestra, ma quando ci saranno tutti, sarà qualcosa…”

Il giocatore di basket più scrutato in Francia, Europa e persino nel mondo, avrà due occasioni per indossare la maglia azzurra, venerdì contro la Lituania, poi contro la Bosnia ed Erzegovina, lunedì a Pau (20:30). Finora, le anteprime non lo hanno mai spaventato.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *