• Home
  • Vinokurov: “Il mio Lopez? Se non rispetti le regole…”

Vinokurov: “Il mio Lopez? Se non rispetti le regole…”

0 comments

Da lunedì sera, Miguel Angel López non è più un corridore di allenamento Squadra Astana Qazaqstan. Implicato in un’inchiesta legata al traffico di prodotti dopanti e che ruota attorno al medico Marco Maynar, lo scalatore colombiano è stato licenziato con effetto immediato dalla squadra kazaka dopo essere venuta a conoscenza di nuovi elementi che coinvolgevano il suo corridore. Direttore Generale diSquadra Astana Qazaqstanuna squadra che aveva preso il sopravvento Miguel Angel López nel 2022 dopo la brutta esperienza di quest’ultimo all’interno del Squadra Movistar, Alexandre Vinkourov tornato su questo argomento con Notizie sul ciclismo.

Video – L’avventura di Miguel Angel Lopez con l’Astana è finita

“Ci abbiamo dato un’altra possibilità quest’autunno, ma non è un gioco per me”

Abbiamo contattato Miguel Angel Lopez e abbiamo ottenuto dei buoni risultati con lui, ma è un peccato che sia andato contro le regole interne della squadra. Abbiamo delle regole nel nostro team e se non le segui, vieni espulso. Gli abbiamo dato un’altra possibilità quest’autunno (provvisoriamente sospeso lo scorso luglio nell’ambito di questo stesso caso, il corridore di 28 anni è stato poi reintegrato, ndr), ma non è un gioco per me. Le regole sono chiare a tutti e bisogna rispettarle. Non posso dire molto di più”conclude Alexandre Vinokourov.

Miguel Angel Lopez denuncia “un licenziamento abusivo senza motivo valido”

Questa decisione di licenziarlo non è accettata da quello soprannominato Superuomo, che lunedì sera ha rilasciato una dichiarazione tramite i suoi legali. ““Oggi (lunedì) è stata ufficializzata la decisione dell’Astana Qazaqstan Team di rescindere il contratto che legava il pilota alla squadra. Tale contratto è stato prorogato a novembre 2022 per la stagione 2023. Il pilota informa di ritenere tale rottura del tutto ingiustificata non essendoci alcun fatto nuovo che lo giustifichi e che non fosse noto al team Astana Qazaqstan a novembre Il corridore respinge ogni accusa lesiva del suo nome e del suo onore di ciclista professionista, e ricorda di non essere mai risultato positivo al un prodotto dopante né essere stato oggetto di indagine da parte di un’autorità competente. Il signor Miguel Angel Lopez informa che intraprenderà tutte le azioni legali per difendere i suoi diritti in questo caso, che è chiaramente un caso di licenziamento senza giusta causa.

Secondo il quotidiano spagnolo ABCi nuovi elementi di cui parlava il team Squadra Astana Qazaqstan nel suo comunicato stampa riguarderebbe il Giro d’Italia 2022. Prima della grande partenza da Budapest, il terzo del Giro 2018 avrebbe ricevuto una dose di menotropina, che è simile a un ormone della crescita. Inviato dal medico Marco Maynar e ricevuto da Vicente Belda Garciamassaggiatrice all’interno della formazione kazaka, questa iniezione avrebbe causato un’infiammazione in una delle gambe di Miguel Angel Lópezche avrebbe accelerato il suo abbandono avvenuto nella 4a tappa e poi spiegato da “un’infiammazione del tendine del quadricipite sinistro.”

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}