WSBK Superbike Australia J1: Hanno detto…

La prima giornata di azione nel round finale del Campionato Mondiale FIM Superbike ha visto Jonathan Rea dominare davanti Alvaro Bautista, Alex Lowes, Toprak Razgatlioglu, Andrea Locatelli et Tetsuta Nagashima dopo due sessioni asciutte e prevalentemente soleggiate sul circuito di Phillip Island in Australia.

Dopo il caldo estremo del round precedente lo scorso fine settimana in Indonesia, il segreto per questo venerdì è stato trovare un buon assetto all’inizio del weekend, in condizioni molto più fresche ma ancora asciutte in Australia. Poiché l’anno scorso non si è disputata la gara a Phillip Island, a causa della pandemia globale, team e piloti hanno fatto affidamento sui dati precedenti e sui propri ricordi di questo layout unico e fluido per iniziare bene le sessioni di FP1 e FP2.

Alla fine di questo Il primo giornoi primi piloti hanno detto…

P1 – Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team): “Abbiamo avuto una giornata davvero solida, soprattutto all’inizio della giornata. Avevamo una buona stima del bilanciamento della molla e delle esigenze di regolazione e la bici funzionava abbastanza bene. Ma sentivo anche che potevamo davvero migliorare. Per la seconda sessione, abbiamo apportato una grande modifica alla geometria della moto, tornando a quella che avevamo a metà stagione. Abbiamo migliorato il degrado delle gomme e la curva naturale, ma ora dobbiamo solo correggere il bilanciamento delle molle della moto. Nel complesso ci sono alcuni problemi che dobbiamo affrontare per domani, nell’arrivo della curva, e anche il collegamento dell’acceleratore in alcune zone. Solo aggiustamenti. Abbiamo analizzato le opzioni di pneumatici anteriori e posteriori e sono abbastanza chiaro con la scelta della parte anteriore. Con il posteriore sono ancora tra due opzioni per la gara. Ho fatto molti giri oggi per capire le gomme e dare ai ragazzi alcune buone informazioni per migliorare. Penso che possiamo essere abbastanza veloci con il nostro passo sul giro per la Superpole. »

P2 – Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati): “Oggi abbiamo fatto un buon lavoro testando le due gomme Pirelli in FP1 e FP2 con un buon feeling. Sono contento perché il ritmo della gara è positivo. Penso che abbiamo una buona base prima delle gare del fine settimana, anche se le condizioni meteorologiche potrebbero cambiare la situazione domani. In ogni caso, siamo pronti a correre in tutte le condizioni. »

P3 – Alex Lowes (Kawasaki Racing Team): “Oggi speravo che, con il setting di base, saremmo stati veloci. Ha funzionato quasi ovunque dal test della pausa estiva di Barcellona. A volte sono stato in prima fila e ho sfidato Johnny da vicino. Oggi mi sono sentito bene. I tempi sul giro sono stati piuttosto lenti rispetto ad alcuni tempi precedenti, ma ero contento rispetto ad altri piloti. A Phillip Island ci sono alcuni dossi in più di quanto ricordassi, soprattutto nelle ultime curve e alla curva 3. La pista si è solo abituata un po’ di più, ma non è male. »

L4 – Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha con Brixx WorldSBK): “Dopo Mandalika non è una giornata perfetta per me perché non siamo forti all’inizio ma comunque dopo due anni torniamo qui a Phillip Island e ora stiamo cercando di trovare una buona messa a punto per la mia moto. Spero che domani troveremo le giuste regolazioni e che potremo tornare forti, ma vedremo! Non sono molto forte sul bagnato, ma forse può aiutarmi, non lo so “, perché forse domani sul bagnato posso guidare più veloce! Nessun problema, è l’ultimo fine settimana della stagione e farò del mio meglio. Entrambi i piloti Kawasaki sono molto forti su questa pista. Ricordo il 2020 e anche Alvaro è molto forte. Forse li combatteremo di nuovo domani, ci proverò. »

L5 – Andrea Locatelli (Pata Yamaha con Brixx WorldSBK): “Tornare in Australia è come un sogno, perché ho aspettato a lungo per guidare qui la R1 WorldSBK e oggi è stato davvero fantastico. Sono davvero contento perché è il primo giorno e siamo già veloci e ho un buon feeling con la moto. È solo il primo giorno, non sarà facile domani, ma è l’ultimo fine settimana e abbiamo tre gare, quindi cercheremo di trarne vantaggio e cercheremo di ottenere il miglior risultato possibile. Un grande passo è stato fatto nelle FP2, perché non ho mai guidato questa moto qui e ho fatto anche il long run per capire il feeling e i riferimenti su questa pista con questa moto. La velocità media è davvero alta, quindi devo capire i punti positivi e cosa posso gestire sulla moto. Il posteriore non è facile da controllare perché abbiamo molto slittamento, ma stiamo lavorando molto bene oggi e abbiamo buoni dati per preparare la moto per domani così come la fiducia di Mandalika, quindi voglio spingere e provare a ottenere un altro podio se possibile. »

P6 – Tetsuta Nagashima (HRC Team): “Mi sono sentito bene oggi; Il sesto posto nelle FP2 non è male. Mi aspettavo di avere qualche problema in più perché è la mia prima volta qui nel WorldSBK e praticamente la mia prima volta con le gomme Pirelli. Ho corso qui qualche settimana fa in MotoGP ovviamente, e mi ha aiutato un po’ a trovare subito il ritmo con la CBR, una moto che conosco bene. La cosa principale era adattarsi alle gomme e alle impostazioni di questo pacchetto. Ci sono ancora cose su cui possiamo lavorare dato che ho fatto solo un giro veloce. Devo anche migliorare il mio ritmo, perché la gara è di 22 giri, quindi dobbiamo essere costanti. Non so davvero cosa aspettarmi per il resto del fine settimana in termini di risultati, ma puoi star certo che farò del mio meglio. La squadra sta lavorando sodo e finora tutto sta andando molto bene. Conoscevo già alcuni ragazzi dai tempi in Moto2, quindi la squadra è come una famiglia e mi sono sentito subito bene. Mi sto davvero godendo questo fine settimana e questa esperienza nel WorldSBK. »

Risultati delle FP2 Superbike a Phillip Island:

Credito di classifica: WorldSBK.it

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *