WSBK Superbike Mandalika J2 : Ils ont dit…

Dopo una prima giornata in Indonesia dedicata alla misura del Circuito cittadino internazionale di Pertamina Mandalika, Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha con Brixx WorldSBK) sabato è andato in overdrive per schiacciare gli avversari e ritardare così il titolo mondiale diAlvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) e Ducati.

Loro hanno detto…

Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha con Brixx WorldSBK) – P1 : « Oggi sono molto contento perché siamo partiti bene e anche perché le FP3 mattutine ci hanno regalato un ottimo tempo e, dopo le qualifiche, un tempo incredibile! Per me la gara è la più importante, è stata molto bella ma non facile per tutti a causa delle condizioni molto calde. In gara ho commesso un solo errore, ma non siamo cadute e abbiamo concluso la gara con la vittoria. Alla sesta curva ho colpito la linea sporca e dopo la settima curva ho chiuso il gas perché il posteriore è scivolato in uscita: c’è solo una linea, quindi qui sto molto attento. Non guardo al campionato, solo cinque punti, cambia (poco) credo, ma sono molto contento oggi, perché abbiamo vinto ancora. Sai, faccio le gare una dopo l’altra e questo fine settimana cercherò di vincere tre volte. Grazie al mio team, non smettono mai di lavorare per darmi la migliore R1 possibile. »

SUlvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) – P2 : « Sapevo che sarebbe stata una gara difficile a causa del tempo e delle condizioni della pista, anche se devo ammettere che la pista è migliorata rispetto a ieri. Il primo obiettivo era non commettere errori; quindi un secondo posto è stato il miglior risultato che potessimo ottenere oggi, anche considerando che non riesco a ottenere il miglior feeling con la gomma anteriore. In tutti i round precedenti ho sempre utilizzato una gomma che Pirelli non metteva a disposizione qui, quindi dovevo stare molto attento. Si tratta comunque di un risultato estremamente positivo. »

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) – P3 : « L’obiettivo era il podio, a dire il vero. In Superpole ho fatto un giro mettendo tutto insieme ed ero secondo, ma non mi aspettavo di avere Toprak nel mirino per molto tempo. Dopo quattro o cinque giri, ho pensato che forse ce l’avrei fatta. Ma non appena il grip diminuisce, la bici inizia a comportarsi diversamente. Tutto intorno alla sezione da T5 a T8 sul lato della gomma è dove ho davvero lottato. La più grande preoccupazione per noi prima della gara era la gomma anteriore, ma nel parco chiuso a fine gara non era peggio delle altre. Domani dovremo cercare di migliorare il livello di grip, soprattutto quando il grip iniziale cala. La superficie della pista è avvincente, quindi ovviamente sta migliorando sempre di più. Questo significa che il consumo di gomme dovrebbe essere migliore domani, ma dobbiamo ancora fare un passo avanti. »

Andrea Locatelli (Pata Yamaha con Brixx WorldSBK) – P4 : « È una giornata positiva per noi, per me e la mia squadra. Lavoriamo sodo da venerdì, quindi oggi è una giornata positiva per noi. Purtroppo ho perso l’occasione di stare un po’ con Johnny quando ho commesso un errore dopo otto giri, perché alla fine il mio passo di gara non era poi così lontano dal suo, quindi ci riproveremo per domani. . In pista hai solo una linea e devi essere costante ogni volta e non commettere errori. È importante avere una buona fiducia e non perdere la traiettoria. Voglio ringraziare il mio team perché la moto funziona davvero bene e mi permette di spingere di più. Sono davvero entusiasta di aver potuto fare la mia prima fila oggi: è importante per me, per il mio futuro, e per me credere in me stesso. Ora non vediamo l’ora che arrivi domani, penso che possiamo concludere davvero bene il weekend. Voglio provare a seguire Toprak e ottenere un buon risultato, ma è anche importante rimanere nel gruppo di testa: vedremo ma cercheremo di divertirci fino alla fine! »

Michele Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) – P5 : « È stata una gara positiva, soprattutto alla luce della difficile sessione di qualifiche. Ho faticato a trovare un ritmo durante i primi giri, poi il mio feeling con la moto è migliorato giro dopo giro. Sono riuscito a fare dei bei sorpassi, compreso uno su Locatelli per il quarto posto. Sinceramente pensavo di avere le carte in regola per finire la gara al quarto posto, ma negli ultimi tre giri ho improvvisamente perso aderenza e sono quasi caduto. Sono soddisfatto ma allo stesso tempo dobbiamo migliorare per rimanere nel gruppo di testa. »

xavi vergine (Team HRC) – P6 : « Il sesto posto è un buon risultato ma nel complesso è stata una giornata difficile. Dalle FP1 di ieri le condizioni della pista sono state a dir poco difficili con tempi sul giro che scendono di pochi secondi ad ogni sessione, il che ha reso davvero difficile lavorare con il team perché non si capisce mai se le impostazioni che stai provando stanno andando nella giusta direzione o se l’asfalto sta solo migliorando. Detto questo, abbiamo fatto un buon lavoro, qualificandoci in una delle migliori posizioni dell’anno e non commettendo errori in una gara dove sarebbe stato facile sbagliare. Sinceramente ci aspettavamo qualcosa in più, ma è così e ora sarà fondamentale analizzare attentamente tutte le informazioni che abbiamo per cercare di migliorare domani e avvicinarci alla top 4, che credo sia alla nostra portata. »

Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) – P7: « Tutto sommato è stata una buona Gara 1, anche se non è stato facile. Il sorpasso qui è davvero complicato, perché se ti allontani anche solo di un metro dal traguardo, è molto facile cadere. Ad ogni modo, mi sono piaciute le battaglie e la velocità non era male, è anche bello essere di nuovo in testa alla categoria Indies. Cercheremo di migliorare ancora di più domani. »

Risultati Gara 1 WorldSBK Superbike a Mandalika:

Credito in classifica: Worldsbk.com

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *