WSBK Superbike Mandalika J3 Luigi Dall’Igna: “Se non vinci sei un perdente. »

Dopo aver vinto un titolo mondiale in MotoGP domenica pomeriggio, aver partecipato ai festeggiamenti Dorna/IRTA domenica sera, aver assistito ai progressi della Desmosedici martedì durante i primi test MotoGP 2023, poi recarsi all’EICMA di Milano prima di prendere l’aereo per volare a Indonesia, l’ultima settimana non è stata riposante Luigi Dall’Igna et Paolo Cibattidue pensatori del triumvirato che presiede le sorti della competizione in Ducati.

Naturalmente, se questi ultimi sono andati a Mandalika invece di assaporare il meritato riposo davanti alla televisione, è perché speravano di festeggiare in Asia un nuovo titolo mondiale, questa volta nel Mondiale Superbike. Questo è stato fatto grazie a Alvaro Bautistaautore di una prestazione sufficientemente solida per le tre vittorie di Toprak Razgatlioglu non riusciranno a ritardare l’incoronazione tanto attesa dal 2011.

Ai massimi livelli della competizione motociclistica, la stagione 2022 assume quindi il colore rosso dell’azienda di Borgo Panigale e non resta che alla V4R italiana segnare 13 punti in Australia per aggiungere alla lista il titolo costruttori Superbike. già più che ampliato.

Il grande capo del servizio corse transalpino, Luigi Dall’Igna ha confidato la sua gioia al sito ufficiale Worldsbk.com “È stata una giornata meravigliosa per noi! Abbiamo lavorato molto con Álvaro in passato e ha fatto un lavoro fantastico nel 2019 fino a metà stagione, ma alla fine non siamo riusciti a vincere il titolo. Oggi abbiamo vinto: è stata una sensazione fantastica e un giorno speciale! »

“Dobbiamo andare in Australia per l’ultimo round e lottare per vincere anche il campionato (costruttori). Ci siamo abbastanza vicini, ma le corse motociclistiche a volte sono strane, quindi dobbiamo essere concentrati e cercare di coglierlo. »

“Álvaro probabilmente ha vissuto una delle migliori stagioni della sua vita. Quest’anno e il 2006 sono state due stagioni davvero incredibili per lui: nel 2006 ha vinto il mondiale 125cc e ora la Superbike. È un pilota davvero fantastico e sono davvero felice che sia riuscito a vincere il titolo oggi. »

“E’ stata una grande stagione perché tutti potevano vincere e tutti hanno lottato fino all’ultima curva per cercare di vincere le gare. Hanno fatto tutti delle gare fantastiche e mi piacerebbe tornare a casa per vedere tutte le gare in bassa stagione perché hanno fatto delle gare davvero speciali. »

“È stata una stagione incredibile! Sono davvero molto felice per tutto il personale di Ducati Corse, perché quest’anno hanno lavorato molto bene, ma non solo quest’anno perché penso che si siano meritati anche il campionato qualche anno fa. Ma alla fine, siamo molto orgogliosi del lavoro che abbiamo svolto nel 2022″.

“Sarà molto difficile (ripeto nel 2023) perché ci saranno molti piloti e molti costruttori che, di sicuro, vorranno vincere il campionato il prossimo anno. Abbiamo qualcosa in mente per sviluppare la nostra moto per essere un po’ più competitivi, ma non sappiamo cosa stanno facendo gli altri, quindi sarà sicuramente difficile. »

“È importante costruire una buona moto, ma alla fine la cosa più importante è vincere, perché noi siamo qui per questo, quindi se non vinci sei un perdente. »

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *