• Home
  • WSBK Superbike: Risultati dei test privati ​​a Jerez… Colpa del “fiume d’aria Efraín”!

WSBK Superbike: Risultati dei test privati ​​a Jerez… Colpa del “fiume d’aria Efraín”!

0 comments

Il secondo test privato WorldSBK Superbike a Jerez, dopo quello avviato da Kawasaki a inizio mese, può essere ridotto a due fattori: Piovoso e a porte chiuse. Due elementi che non favoriscono la sua analisi, anche se qualche informazione è comunque riuscita a sfuggire dal circuito andaluso…

Il circuito di Jerez de la Frontera è stato affittato dalla Honda dal 13 al 15 dicembre per svolgere i test Superbike con Iker Lecuona et xvi verginee MotoGP con Stefan Bradl. Come spesso accade, HRC ha condiviso i costi con altri team ma questa volta ha imposto il divieto ai giornalisti e un’omertà sul giro. Non giudichiamo, perché è tutto loro diritto, anche se non favorisce il nostro lavoro. I pettegolezzi diranno ancora che il cielo non li ha finalmente premiati, riversando in questi tre giorni sull’asfalto spagnolo quello che è conosciuto localmente come il “fiume aereo Efraín”…

Al fianco di Honda, Pata Yamaha con Toprak Razgatlioglu et Andrea LocatelliBonovo BMW con Garrett Gerloff et Loris BazGYTR GRT Yamaha con Dominique Aegerter et Remy GardnerMIE Honda con Eric Granado et Hafizh Syahrincosì come, in MotoGP, il test team KTM con I giorni di Pedrosa erano attesi. Abbiamo anche trovato Nicolò Canepasu incarico speciale per lavori specifici sulla Yamaha R1.

Tutti nel complesso sono stati unanimi, questo test sul bagnato è stato poco produttivo, anche se ci ha comunque permesso di fare qualche giro sul bagnato. In assenza di live timing e di qualsiasi comunicato stampa ufficiale, riportiamo qui gli elementi diffusi qua e là, a partire dalle poche osservazioni riportate sul Sito ufficiale di Dorna Sports da chi aveva diritto di parola, a differenza dei piloti ancora sotto contratto con la loro ex scuderia fino al 31 dicembre…

Honda HRC:
Leon Camierteam manager : ” Dobbiamo comunque progredire sul bagnato, quindi cercheremo di capire gli elementi che abbiamo sul bagnato. Abbiamo specifiche del motore leggermente diverse, un’evoluzione del forcellone e dobbiamo lavorare sulla geometria, ma non è una buona cosa da fare in queste condizioni. Abbiamo alcuni aggiornamenti elettronici, ma solo le cose normali che cerchiamo di modificare in questo periodo dell’anno. Il forcellone è un’evoluzione di quello che avevamo già, si tratta solo di fare un ulteriore passo avanti per cercare di trovare un po’ più di grip sull’angolo. Le specifiche del motore riguardano più la potenza di fascia bassa, l’accelerazione e la frenata del motore, poiché stiamo cercando di aumentare la coppia. Ci sono alcune lievi differenze nei rapporti del cambio e cose del genere, per cercare di capire la configurazione ottimale di cui abbiamo bisogno ora che abbiamo un po’ di esperienza con questa moto. Per variare la coppia bisogna compensare con le marce, quindi è solo la normale ottimizzazione per ogni circuito.
Nissin sta ancora lavorando per migliorare, quindi sicuramente hanno dei piccoli miglioramenti da provare, ma non so se li testeremo in queste condizioni o meno, perché sarà difficile capirci qualcosa. Le temperature secche sono un mondo completamente diverso e sono più concentrati su questo. È il normale sviluppo di Nissin, ma niente di rivoluzionario da quello che ho capito. Le nostre prestazioni di frenata sono state davvero buone, quindi è solo un normale aggiornamento per capire cosa c’è dopo e come migliorare il tutto. Abbiamo ricevuto alcune modifiche da Showa, ma fino a quando non le abbiamo testate, non sappiamo ancora se questo è ciò di cui abbiamo bisogno o meno. Con queste condizioni, è normale che tutti cerchino di migliorare e inventare prodotti diversi, ma finché non li proviamo, non sappiamo se va bene o no. »

Iker Lecuona : « Francamente, mi sento molto bene. I primi due o tre round mi sono sentito un po’ strano e la mia schiena non era eccezionale, ma dopo qualche altro giro, una volta che il mio corpo si è riscaldato bene, non ho più avuto dolore e sono stato in grado di guidare correttamente . Sono molto contento di essere qui a Jerez e in generale penso di aver lavorato bene oggi, anche con il vento e le condizioni difficili. Mi sento bene, anche se la schiena ei muscoli sono un po’ stanchi. Devo parlare con la squadra in tutta onestà perché se la pista è ancora così forse faremo solo mezza giornata per risparmiare mezza giornata. Quello che è chiaro è che dobbiamo migliorare la moto, perché sul bagnato c’è un grande distacco. Purtroppo pioveva tutti i giorni. Nonostante ciò, abbiamo sfruttato al massimo il tempo di esecuzione e provato alcuni nuovi elementi. Ovviamente ci siamo concentrati sul bagnato, dato che quest’anno non abbiamo molto tempo e le nostre sensazioni sul bagnato non erano particolarmente buone. È stata una buona opportunità per noi di concentrarci sul miglioramento di quella sensazione e abbiamo fatto qualche passo avanti. Sono felice. »

xvi vergine : «Durante le ultime gare, abbiamo avuto l’opportunità di mettere a punto un po’ di più le impostazioni del telaio. A Mandalika e in Australia le condizioni non ci hanno aiutato, ma anche in un weekend di gara è dura perché non hai molto tempo in pista. Abbiamo provato a capirlo qui, anche se le condizioni non sono delle migliori. Abbiamo anche introdotto alcune novità nelle specifiche del motore per aiutarci un po’. Sono felice perché in Giappone le persone lavorano molto duramente. L’unica cosa è che a causa del maltempo non abbiamo potuto fare un buon test. Vediamo alcuni aspetti positivi e speriamo che nei prossimi test, previsti per le ultime settimane di gennaio, avremo il tempo di fare una buona corsa. Abbiamo faticato con il grip al posteriore, soprattutto in entrata di curva, e questa è una cosa dura perché quando non hai un buon feeling con l’anteriore, o con il posteriore in accelerazione, puoi compensare, ma quando entri in curva e il posteriore non ha contatto, non c’è molto che tu possa fare. Ci siamo concentrati su questo punto. Abbiamo migliorato molto il feeling per poter andare più veloci e avere un feeling migliore sul bagnato, sarà molto importante per la nostra stagione. Andiamo in luoghi dove c’è un’alta probabilità di pioggia, quindi dobbiamo essere preparati per tutte le condizioni. »

Pata Yamaha con Brixx WorldSBK Team:
Paolo Denning : «C’era un bel po’ di equipaggiamento e sviluppo che la Yamaha aveva bisogno di testare, e idealmente le decisioni da prendere per la stagione 2023. chilometri preziosissimi e scoperte interessanti direzioni sia in termini di hardware, con l’obiettivo principale di cercare di aumentare il grip posteriore e l’accelerazione, sia in termini di impostazioni elettroniche e l’evoluzione della piattaforma software.
Un punto molto positivo è stato confermare lo sviluppo della velocità di Toprak in condizioni di bagnato. Questo era il suo punto debole in passato, ma è migliorato molto negli ultimi due anni e la prima giornata di test ha confermato nuovamente questa posizione. Ha fatto molti giri e ogni giro aveva un ritmo davvero buono ed era notevolmente più veloce degli altri piloti nel test. È positivo da portare via e per Locatelli, che ha corso l’ultimo giorno di test, Loka ha fatto alcune cose interessanti tra cui lavorare sul bagnato con alcuni sviluppi della strategia elettronica e confermare nuovamente la direzione in termini di ricerca sul grip posteriore con lo sviluppo del Materiale. Toprak è andato in vacanza un po’ prima ed è partito dopo un giorno e mezzo.»

Toprak Razgatlioglu
: «C’era troppa pioggia e sarebbe stato bello avere la pista asciutta, almeno per un po’. Era ancora divertente. Nell’ultima parte della scorsa stagione siamo migliorati sul bagnato e mi sono sentito a mio agio anche a Jerez. Un buon modo per concludere l’anno.»

Il pilota turco ha ripreso in mano il suo numero 54 e ha iniziato una collaborazione con Davide Gentileun esperto ingegnere che si occupò in particolare del motore e dell’elettronica della Ninja di Jonathan Rea per un po ‘di anni. Una bella mossa per la Yamaha che si svilupperà alle 12:30…

Team GYTR GRT Yamaha WorldSBK:
Dominique Aegerter : «Abbiamo completato la prima giornata di test in condizioni di bagnato e abbiamo fatto solo mezza giornata. Penso che abbiamo fatto circa 47 giri, tutti sul bagnato e con molto vento. Non faceva troppo freddo, ma era in condizioni strane. È difficile avere un primo feeling con questo tipo di moto con un tempo simile, quindi diciamo solo che è stato un po’ difficile trovare il feeling e il setting. Abbiamo cambiato la posizione della sella e ci siamo abituati all’elettronica e ai comandi. È stato bello vedere la squadra per la prima volta e lavorare con loro, per vedere come lavorano e come reagisco ai cambiamenti, era tutto pianificato. Il programma della giornata era verificare che tutto funzionasse e apportare piccole modifiche, per dare un feedback. Certo, ci sarebbe piaciuto girare sull’asciutto, ma domani non si preannuncia molto bene. Sul bagnato ho bisogno di più velocità in curva e in curva, ma questo arriverà con più giri e quando avrò più fiducia nella moto. Modificheremo anche le parti elettroniche e le impostazioni.»

MIE Honda:
Eric Granado : «È molto bello essere tornati. Sono molto contento dell’opportunità che MIE Racing Honda mi ha dato. Abbiamo lavorato a questo progetto con Honda per molti anni, quindi è stato bello tornare in moto. Sfortunatamente, il tempo era pessimo e non ho completato molti giri e nemmeno sull’asciutto. È bello conoscere la squadra e tutte le persone che lavoreranno con me e abituarsi alla nuova moto. È molto diversa da quella che ho guidato negli ultimi anni, ero su una moto di serie. La Superbike è molto diversa. È stato bello e non vedo l’ora che arrivi il prossimo test. Abbiamo lavorato in particolare sull’elettronica. È nuovo per me. Le opzioni per il WorldSBK sono molto diverse dalla moto di serie, quindi devo abituarmici. Il controllo di trazione funziona diversamente. Ho anche testato nuove cose sulla parte posteriore della moto per aiutarmi ad avere più grip sul bagnato. Abbiamo avuto solo due giorni. Era il piano della squadra, avevamo programmato di fare solo due giorni. Ora stiamo aspettando il nuovo aggiornamento della moto per il prossimo anno che sarà sicuramente migliore e più competitivo.»

Azione BMW Bonovo:
Loris Baz
: «Era bagnato e frustrante, ma avevamo anche del lavoro da fare con la pioggia! Il 2022 è finito! È la stagione🧀🍾adesso🥳.
Grazie a tutti @bmwmotorradmotorsport et @bonovo.action_mgm per questa stagione! È stato un anno di apprendimento! Non vedo l’ora che arrivi il 2023!»

A causa del suo contratto con la Yamaha, Garrett Gerloff è consentito parlare di BMW solo dal 1° gennaio 2023.

E questo è tutto!

About the Author

Follow me


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}